Cultura
Cultura

Festival Voci della Storia a Cesano Maderno

Il tema della libertà come fil-rouge per cinque appuntamenti con relatori d’eccezione.

Festival Voci della Storia a Cesano Maderno
Cultura Seregnese, 29 Settembre 2022 ore 17:10

A Cesano Maderno dal 10 al 27 ottobre torna il festival storico letterario Voci della Storia, organizzato in partenership con il Centro Culturale Europeo Palazzo Arese Borromeo, l’Università Vita - Salute San Raffaele, il Comune di Cesano Maderno e la libreria Un Mondo di libri.

Festival Voci della Storia a Cesano Maderno

La direzione artistica è di Eva Musci e Antonio Zappa, che dichiarano:

Per questa edizione abbiamo scelto la parola Libertà come fil rouge, e abbiamo fatto della frase conclusiva dell’opera immortale di Cervantes, il Don Chisciotte, il nostro slogan “Per la libertà si può avventurare la vita”, perché essa è il dono più prezioso che abbiamo, nessun altro tesoro può eguagliarla e siamo certi che in ogni uomo si nasconda un don Chisciotte, un sognatore disposto a tutto per inseguire la sua libertà. Per essere liberi però si deve essere consapevoli, curiosi e affamati di conoscenza”.

Cinque appuntamenti e ospiti illustri

Saranno cinque gli appuntamenti che vedranno la partecipazione di ospiti illustri. Il primo appuntamento si terrà lunedì 10 ottobre alle 21 presso la Sala Aurora di Palazzo Arese Borromeo. Il percorso proposto al pubblico di quest’anno partirà dalla lingua madre, il Greco, perché conoscere la formazione delle parole è fondamentale per capirne il significato e da Atene e Sparta autoritarismo e democrazia che forse guerreggiano ancora oggi a distanza di millenni. Relatori d’eccezione saranno la professoressa Eva Cantarella e il professor Nicola Gardini accompagnati dal professor Giuseppe Girgenti.

La guerra in Ucraina in due eventi

Il tema della guerra in Ucraina verrà dibattuto in due eventi che vedranno la partecipazione del professor Franco Cardini, del professor Massimo Cacciari e dell’ambasciatore onorario Sergio Romano rispettivamente venerdì 14 ottobre alle 21 e sabato 22 ottobre alle 17.30 presso l’auditorium Disarò. In un festival dedicato alla libertà non si poteva non parlare di quell’uomo che credette così tanto nel suo sogno, di raggiungere le Indie passando da Ovest, da compiere un viaggio straordinario che ha cambiato le sorti del mondo. Ad illustrare il primo viaggio di Cristoforo Colombo sarà il professor Antonio Musarra con la presenza del console onorario del Commonwealth delle Bahamas Michelangela Vismara venerdì 21 ottobre alle 21 presso la Sala Aurora di Palazzo Arese Borromeo.

La serata conclusiva, prevista per giovedì 27 ottobre alle 21 presso la Sala Aurora di Palazzo Arese Borromeo, è affidata al professor Aldo Ferrari, grande esperto di questioni slave, che traccerà la lunga storia delle Crimea, luogo cruciale per l’incontro tra i popoli dell’Eurasia e quelli del Mediterraneo, evidenziandone la dimensione multietnica e multiculturale, sino a giungere all’annessione alla Russia e alla guerra russo-ucraina. Entusiasta delle proposte del Festival il sindaco Gianpiero Bocca:

"Questo Festival è una tradizione entrata nel cuore dei cesanesi e di cui siamo orgogliosi. Ogni anno il pubblico attende a Cesano gli storici che partecipano alla rassegna, studiosi illustri divenuti in molti casi presenze familiari, che siamo onorati e felici di ritrovare ad ogni edizione. Voci della Storia è un patrimonio che il Comune continuerà a promuovere e valorizzare. Ringrazio i direttori artistici per la scelta del tema di quest’anno: la libertà. Penso che la conoscenza della storia aiuti ad essere cittadini liberi. Una grande opportunità e una sfida avvincente”.

Aggiunge Gigi Ponti, vicepresidente del Centro Culturale Europeo:

Il Festival Voci della Storia suscita anche quest’anno un grande interesse grazie ai suoi temi attuali e al prestigio dei relatori coinvolti: un ottimo indicatore che dimostra che l’iniziativa è molto centrata con le esigenze e le aspettative del nostro pubblico. Il valore che questo Festival porta al territorio brianzolo è perfettamente in linea con gli obiettivi che il Centro Culturale Europeo si è prefissato per quest’anno".

L'ingresso è libero ma è consigliata la prenotazione inviando una mail a direzione.vocidellastoria@gmail.com oppure attraverso il numero Whatsapp 3409125934.

Seguici sui nostri canali
Necrologie