Cultura
Seregno

La nuova sala consiliare intitolata a Pierino Romanò

La cerimonia in piazza Risorgimento nel decimo anniversario della scomparsa e nel giorno del suo compleanno, alla presenza delle figlie

La nuova sala consiliare intitolata a Pierino Romanò
Cultura Seregnese, 16 Ottobre 2021 ore 18:27

La nuova sala consiliare di Seregno intitolata a Pierino Romanò, personaggio celebre e molto amato, nel decimo anniversario della scomparsa. La semplice cerimonia nel pomeriggio presso l'Auditorium di piazza Risorgimento, alla presenza delle figlie Monica e Lorena visibilmente commosse.

La nuova sala consiliare intitolata a Pierino Romanò

La nuova sala consiliare, in fase di realizzazione accanto all'Auditorium nel piano sotterraneo di piazza Risorgimento, è stata intitolata a Pierino Romanò, personaggio molto apprezzato in città, che era stato consigliere comunale, assessore e vicesindaco. La semplice cerimonia nel pomeriggio di oggi, sabato 16 ottobre, a dieci anni dalla scomparsa e nel giorno in cui era nato. Erano presenti le figlie Monica e  Lorena, i familiari e le autorità civili, oltre alle associazioni locali a cui Pierino Romanò aveva dato un enorme contributo di idee e passione.

12 foto Sfoglia la gallery

Un personaggio poliedrico molto amato

All'evento non hanno voluto mancare ex assessori ed ex presidenti di Seregn de la memoria, ma anche semplici cittadini che ne hanno apprezzato l'impegno in tanti contesti della società civile nonché il profondo amore per la città. Un personaggio poliedrico, fondatore del circolo culturale Seregn de la memoria nel 1989, promotore del Comitato unitario antifascista, del Comitato per il gemellaggio con Sant'Agato d'Esaro e del pranzo di Ferragosto "Un uomo con un fortissimo senso della comunità, impegnato per la giustizia e la verità", ha ricordato l'assessore alla Cultura, Federica Perelli. Il sindaco, Alberto Rossi, ha sottolineato che Pierino Romanò in tutti i suoi valori ha raccontato "l'amor paese. Aveva l'idea di unire e non dividere la comunità".

Commosse le due figlie

Come eredità dal papà le figlie Monica e Lorena hanno ricordato "la capacità di amare e di sognare, con la visione luminosa di un mondo migliore". Nell'occasione hanno ringraziato Marzio Galliani, che ha coordinato il comitato nato proprio per dedicare un luogo simbolo di Seregno all'illustre concittadino. "Un esempio di passione civica democratica, profonda onestà e amore per la città di Seregno", si legge sulla targa d'intitolazione della sala consiliare, che dovrebbe essere pronta il prossimo anno.

Il servizio completo sul Giornale di Seregno in edicola da martedì 19 ottobre.

Necrologie