Cultura
Arte

Le opere di Pepe in mostra in Questura a Monza

Oggi è stata inaugurata l'esposizione sui miti classici che sarà visibile per un anno in via Montevecchia

Le opere di Pepe in mostra in Questura a Monza
Cultura Monza, 03 Novembre 2022 ore 16:48

Una straordinaria possibilità di visitare gratuitamente la mostra dell'artista Onofrio Pepe, scoprendo la sua interpretazione dei miti classici. Oggi giovedì 3 novembre 2022, presso la Questura di Monza e della Brianza, si é svolta la cerimonia di presentazione dell'esposizione che sarà visitabile all'interno.

 

006FA4F8-A0BF-4BB9-B92B-234855A8BBB8
Foto 1 di 7
9D530674-A6EF-4CB9-B7EB-4A03B52A0ABB
Foto 2 di 7
1381FAB5-BCBC-42BB-BC7A-8C3D8969FBF4
Foto 3 di 7
D07976DA-497F-4D19-AB54-F0718C0E5B42
Foto 4 di 7
9C0C9DCF-5E1B-400D-A28D-890619CA06E7
Foto 5 di 7
BDC1980F-ECD5-4BA9-B60E-CDD21FDBD14B
Foto 6 di 7
D8CA18F7-7206-45EA-BD6D-310F3079C3CD
Foto 7 di 7

Pepe espone in Questura

L'artista personalmente, insieme al critico d’arte Teobaldo Fortunato ha presentato le opere dal titolo “La Forza del Mito” che saranno esposte nelle parti comuni della struttura istituzionale di via Montevecchia a Monza fino a novembre 2023, rendendole fruibili alla comunità, ai cittadini che fruiranno dei servizi erogati presso la Questura, oltre che per chi vi presta l’attività lavorativa. E Pepe lo ha fatto davanti a un pubblico d'eccezione di cui ha fatto parte anche una scolaresca del liceo artistico Nanni Valentini.

Alla scoperta dei miti classici

La ricerca dell’essenza della vita attraverso la rappresentazione delle origini della civiltà classica: questo il leit motiv della mostra. Le opere esposte infatti rappresentano Sisifo e Orfeo, la terribile Medusa,  Leda e il cigno,  Icaro e Atena e ancora la storia di Europa e Zeus sotto mentite spoglie taurine fino a mostrare un inedito Pegaso che libera Andromeda, mai esposto in precedenza.
L'artista ha poi lasciato un messaggio ai ragazzi presenti cioè di  ricercare se stessi e esprimere nel corso della loro vita il meglio di sé, nell’eterna ricerca di nuovi traguardi che caratterizza la vita di oggi.

Il messaggio dell'artista

"Il racconto dei miti rappresentati dalle opere come esempio e monito di azioni, virtù e passioni, nell’eterna lotta tra bene e male questo il senso della mostra", ha raccontato Pepe che ha raccontato ai ragazzi anche le sue esperienze come  il periodo da lui trascorso ad insegnare tecniche di ceramica nel carcere di Firenze ai giovani.

Seguici sui nostri canali
Necrologie