Monza Visionaria, boom di visite per il festival di luci e suoni

Le performance musicali e artistiche di "Musicamorfosi" si sono chiuse con un grande successo di pubblico

Monza Visionaria, boom di visite per il festival di luci e suoni
02 Giugno 2017 ore 16:58

Monza Visionaria: 1000 spettatori al giorno per la quinta edizione del festival di arti performative curato da “Musicamorfosi” e  promosso da Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza e Comune di Monza.

Monza Visionaria, suggestioni di suoni e luci

Dal 24 al 28 maggio la città si è colorata di luci e suoni per dar vita a un’esperienza emozionante e indimenticabile che anche quest’anno si è confermata come un grandissimo successo.

Nella prima serata il festival ha preso il via con il tradizionale concerto nel Duomo che quest’anno si è contraddistinto per le sonorità della musica baltica , suggestiva e spirituale.

Eroi e antieroi

Gli spettacoli sono poi proseguiti in altri luoghi storici della città raccontando di volta in volta il tema dell’eroe e dell’antieroe, in un unicum senza eguali tra arte, architettura, natura e musica.

Protagonisti dei format e dei concerti visionari decine di artisti di levatura internazionale del calibro di Jesper Bodilsen, Nicklas Winter, Max De Aloe, Gabriele Cassone, Luigi Albertelli, Enrico Merlin ed Enzo Avitabile.

L’appuntamento “fuori porta” nella bellissima cornice neoclassica della chiesa di San Michele a Oreno con la Spiritual Music.

Notturni al Roseto

Con circa 2100 spettatori totali i “Notturni al Roseto” della Villa Reale si sono confermati un grande successo.

Promosso dall’assessorato alla Cultura per unire artisticamente la reggia monzese con il centro della città, il format ha visto il pubblico aggirarsi fra concerti, performance e installazioni che hanno preso forma nelle profumatissime aiuole fiorite.

Indimenticabili le “Variazioni Eroiche” con BandaKadabra, Enrico Merlin, Valerio Scrignoli, Gennaro Scarpato, Tetè Da Silveira, Africa Misso, Camilla Barbarito, Nadio Marenco, Guido Baldoni e Giovanni Falzone Border Trio.

Una Reggia da vivere

“Monza Visionaria” ha inaugurato quest’anno il nuovo format artistico “Piano Nobile”, che ha permesso agli spettatori di girovagare per il primo piano della Reggia accompagnati dalla musica dal vivo degli artisti.

Graditissimi anche “Sante ed Eroine”, le variazioni poetico – musicali all’interno della Cappella Reale, “Bat Mobile”, il veicolo pieno di strumenti nel cortile della Villa e la performance dei BandaKadabra e dei Matrix Acrobatix sulla terrazza del piano nobile.

Grazie alle cuffie wireless, infine, è stata infine possibile la “visita visionaria”, un’immersione musicale nella storia e nella bellezza della Villa Reale.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia