Cultura
Evento

Mosaici antichi di Ravenna, sabato l'apertura della mostra in Villa Zoja

L'esposizione concorezzese è stata presentata ai giornalisti.

Mosaici antichi di Ravenna, sabato l'apertura della mostra in Villa Zoja
Cultura Vimercatese, 24 Settembre 2021 ore 12:43

Mosaici antichi di Ravenna, sabato 25 settembre 2021 l'apertura della mostra in Villa Zoja a Concorezzo. L'esposizione è stata presentata oggi, venerdì, ai giornalisti.

Domani il taglio del nastro

Il taglio del nastro avverrà ufficialmente nella giornata di domani, sabato 25 settembre 2021. Oggi, tuttavia, alcuni fortunati hanno avuto la possibilità di ammirare in anteprima i capolavori che compongono la mostra allestita in Villa Zoja in occasione del 700esimo anniversario della morte di San Rainaldo. L'esposizione rientra nelle celebrazioni iniziate nelle scorse settimane e che proseguiranno fino al prossimo 31 ottobre, quando in paese arriverà l'Arcivescovo di Ravenna e Cervia Monsignor Lorenzo Ghizzoni. Proprio alla città romagnola è strettamente legata la mostra "I mosaici antichi di Ravenna": nelle stanze di Villa Zoja sono state posizionate le fedeli riproduzioni dei mosaici presenti nelle basiliche ravennati. Delle vere e proprie opere d'arte realizzate nel corso degli anni '50 dal "Gruppo Mosaicisti" dell'Accademia delle Belle Arti di Ravenna e che in oltre mezzo secolo hanno letteralmente fatto il giro del mondo, venendo esposte in grandi città come New York, Vienna, Parigi e San Pietroburgo.

"Per noi è motivo di grande orgoglio poter ospitare una mostra del genere - ha spiegato l'assessore alla Cultura Gabriele Borgonovo - Si tratta di qualcosa di unico nel suo genere e speriamo che possa richiamare persone anche da fuori Concorezzo. In questo modo potremo valorizzare ulteriormente sia le opere, sia una figura di notevole rilevanza storica e religiosa come San Rainaldo. Posso comunicare con estrema gioia che saranno organizzate delle uscite anche con le scuole".

In esposizione ci saranno le riproduzioni dei mosaici presenti presso il Mausoleo di Galla Placidia, la Basilica di San Vitale e di Sant’Apollinare Nuovo, il Battistero Neoniano e la Cappella Arcivescovile.

L'impegno della comunità

Nel corso della presentazione è stato sottolineato anche l'impegno della comunità concorezzese, che ha contribuito concretamente all'allestimento della mostra.

"Abbiamo voluto che non fosse semplicemente un insieme di mosaici di vedere, ma che le opere potessero essere spiegate - hanno rivelato le responsabili dell'ufficio Cultura del Comune di Concorezzo - Per questo motivo abbiamo chiesto un aiuto alle associazioni e ai volontari del nostro territorio: la risposta è stata eccezionale. Le guide saranno tutti volontari, che nel corso di queste settimane hanno studiato e si sono preparati per accogliere al meglio i visitatori. Quest'ultimi si troveranno di fronte non a delle semplici copie dei mosaici di Ravenna, ma a delle vere e proprie opere d'arte".

La mostra aprirà ufficialmente domani, sabato 25 settembre 2021, e rimarrà allestita fino al prossimo 31 ottobre. E' possibile prenotare la propria visita sul sito ufficiale delle celebrazioni dedicate al 700esimo anniversario della morte di San Rainaldo.

5 foto Sfoglia la gallery
Necrologie