Musica: il rocker monzese Trutz Groth ha aperto il concerto dei “The Pretty Things” – FOTO e INTERVISTA

“Negli anni ’80 cominciava la musica da discoteca. Suoni che irritavano un vecchio rocker come me”

Monza, 09 Dicembre 2017 ore 17:00

Musica: il rocker monzese Trutz Groth ha aperto il concerto dei “The Pretty Thing”

Musica

L’esibizione con i The Beat Circus

Musica

Martedì 5 dicembre, il chitarrista e cantante Trutz “Viking” Groth, con il gruppo cuneese The Beat Circus, ha aperto il concerto dei The Pretty Things. L’esibizione è stata allo storico Le Roi di Torino. Le telecamere del Giornale di Monza hanno seguito Groth in questo concerto per raccontare dell’uomo che ha portato il rock ’n roll nella nostra città.

Trutz “Viking” Groot

Trutz “Viking” Groth nasce a Berlino. È ancora molto giovane quando in Europa arriva il rock’n roll. Con la sua prima band comincia ad esibirsi in Germania, nelle basi dei soldati.

Riceve subito molti riconoscimenti, tra cui il primo premio di un concorso indetto dallo Star Club (il “tempio” della musica Berlinese”). Nella giuria c’è anche Klauss Voormann, il bassista della Plastic Ono Band di John Lennon.

Non molto tempo dopo lascia la terra natia e si stabilisce in pianta stabile a Monza.Musica

Tra i vari incontri musicali c’è stato anche quello con Tony Sheridan, il cantante che incise i primi dischi con i Beatles. Groth lo porta con sé in Italia per una serie di concerti con il suo neonato gruppo Black Stars.

Successivamente si unirà a Kim Brown (dei The Renegades) fondando i Kim & The Cadillacs. La loro fu una delle poche realtà in grado di riproporre le sonorità americane anni ’50 in contesti come il Festival di Sanremo nel 1979 e il Festivalbar del ’77 e dell’84.

Musica
Da sinistra a destra: Trutz Groth, il cantante Jim Malaga, il produttore discografico Sergio Ferrario

L’intervista

Di seguito l’intervista a Trutz Groth, in cui vengono toccati molti argomenti e lanciata una critica alla musica elettronica.

I “The Pretty Things”Musica

Subito dopo l’esibizione di Trutz Groth e dei The Beat Circus hanno suonato i The Pretty Things. La band non è nota solo per essere essere stata fondata da Dick Taylor, ex bassista dei Rolling Stones, ma per essere stati tra i primissimi a sviluppare l’idea del “Concept Album”. Il loro disco del 1968 “S.F. Sorrow” racconta infatti un’unica storia divisa tra le varie canzoni.

3 foto Sfoglia la gallery
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia