Cultura
Il programma

Torna "Vimercate dei ragazzi": tre giorni di spettacoli ed eventi

Ventisei spettacoli in cartellone dal 10 al 12 giugno per i più piccoli... ma non solo.

Torna "Vimercate dei ragazzi": tre giorni di spettacoli ed eventi
Cultura Vimercatese, 25 Maggio 2022 ore 16:06

Torna, in una veste rinnovata "Vimercate dei ragazzi". L’edizione 2022 del festival si terrà negli spazi all’aperto di Vimercate , nei giorni 10-11-12 giugno 2022.

Spettacoli scelti tra più di 200 candidature

La direzione artistica composta da Giada Balestrini, Michele Losi, Giusi Vassena e Marta Galli, rispettivamente per le compagnie delleAli Teatro, Campsirago Residenza, Teatro Invito e ArteVox Teatro ha scelto le proposte per il cartellone tra più di 200 candidature pervenute da tutta Italia. Ventisei gli spettacoli in cartellone per un totale di 15 compagnie coinvolte.

Un premio in denaro

Il Vimercate Ragazzi Festival - Festival nazionale di teatro per le nuove generazioni conferma un importante segnale di sostegno al comparto dello spettacolo dal vivo per le giovani generazioni: il Premio Città di Vimercate. Il Comune di Vimercate - titolare istituzionale della manifestazione - elargirà un contributo di 1.000 euro  alla compagnia scelta dalla giuria dei bambini: 21 ragazzi che decreteranno lo spettacolo vincitore dell'edizione 2022.
La manifestazione sarà l’occasione per tornare a riunire operatori, ragazzi e la cittadinanza intorno a nuovi spettacoli teatrali creati per il pubblico dei giovanissimi.

E' la settima edizione

La settima edizione guarda al futuro e al rinnovamento del teatro ragazzi e si consolida punto di riferimento sul territorio con il suo gioioso coinvolgimento della città, di alcuni spazi simbolo e dei giovani cittadini.

Vimercate dei Ragazzi è un Festival vetrina nazionale di teatro per le nuove generazioni che richiama compagnie e operatori teatrali da tutta Italia. Peculiarità dell’evento, oltre alla possibilità di assistere a spettacoli rappresentati per la prima volta, è l’opportunità per gli operatori di entrare in contatto con il proprio pubblico: i bambini e i ragazzi dalla prima infanzia all’adolescenza.
Allo stesso tempo è un festival che si rivolge alla città di Vimercate e al suo pubblico, animando per tre giorni la città con spettacoli, incontri, eventi. Una grande festa che si colora di teatro nei parchi, nei cortili e nelle splendide ville storiche.

L'assessore: "Vimercate come le città nordeuropee"

“Vimercate dal 10 al 12 giugno sarà davvero una Città dedicata ai ragazzi e alle ragazze - ha spiegato Elena Lah, assessore comunale alla Promozione della Città, in occasione della conferenza di presentazione che si è tenuta oggi, mercoledì 25 maggio nel Municipio di Vimercate - Le strade e i luoghi animate dai laboratori, la presenza di 21 associazioni ed enti del territorio, gli spettacoli e le compagnie teatrali a livello nazionale e internazionale, la giuria di bambini. Una formula che avvicina Vimercate alle esperienze nordeuropee, in un’ottica di apertura e accoglienza anche culturale a tutto tondo. Una Città colorata di bellezza e partecipazione, a misura dei più piccoli, apprezzabile da tutti”.

Spettacoli in luoghi non teatrali

Gli spettacoli che compongono il denso programma si diversificano per i linguaggi adottati (dal teatro d’attore e narrazione, dalla clownerie al teatro di figura) e per le fasce d’età cui si rivolgono: dalla primissima infanzia fino all’adolescenza e a opere tout public.
La rassegna  mantiene una grandissima vitalità per varietà di linguaggi e generi e per la sempre rinnovata capacità di creare visioni artistiche. Originalità che si esprime anche nella concezione dell’uso degli spazi, proprio per questo il Vimercate Ragazzi Festival si svolge in luoghi non prettamente teatrali per continuare a dare risalto agli spettacoli che valorizzano e dialogano con spazi non convenzionali.

Tanti eventi collaterali

Tra i numerosi eventi collaterali 30 laboratori, aperture di museo, attività condivise, tutti indicati sul sito on line, segnaliamo:
sabato  11 giugno, alle 12, si terrà l'incontro pubblico “Reddito di discontinuità: una rivoluzione per il settore culturale attesa da anni”;
domenica 12 Giugno alle 14:30 al Parco Trotti si terrà la presentazione dell’opera di arte partecipata IN VOLO a cura di Artevox Teatro e Rossana Maggi.

Bimbi protagonisti

I veri protagonisti del Festival, insieme a compagnie e operatori, alla città stessa, sono i bambini che vivranno un’esperienza unica e scopriranno il teatro assistendo a spettacoli coinvolgenti e pensati per loro.

Il programma del festival 2022

Inaugura il Festival, venerdì 10 giugno alle 11 lo spettacolo Arte viva di delleAli Teatro (in replica alle 16), nel Salone d'Onore di Villa Sottocasa, il racconto della straordinaria storia del maestro delle scuole elementari di Agrate Enzo Bontempi, gli anni del dopoguerra e dello sviluppo industriale, l’entusiasmo e l’impegno di un educatore che ci descrive con leggerezza l’arte visiva e poetica nel percorso innovativo dal figurativo all’astratto.

Alle 14.30 e alle 18.30 nella sala Biliardo della stessa Villa La luna nel letto presenta Promise land: siamo nel 2050, l'Italia è uscita dall'Europa che ogni anno accoglie due extracomunitari sorteggiati attraverso un gioco. Giampi e Tonia sono gli italiani selezionati per il soggiorno in un confino alle porte dell'Europa; qui dovranno affrontare una serie di prove per dimostrare la loro idoneità a entrare.

Alle 17.15 in Largo Europa lo spettacolo di acrobatica e clownerie di Miss Jenny Pavone Waiting for the Miss. la programmazione riprende alle 21.15 al Parco Gussi con Teatro Telaio e Arcipelago (in replica sabato 11 alle 21.45): un’installazione teatrale agita dai bambini stessi, per esplorare un luminoso arcipelago, composto da piccole unità sparse sul prato/mare, pronte ad accogliere un solo naufrago per volta, fino a condividere suggestioni sonore, affrontando insieme la notte che arriva; alle 21.45 in Villa Sottocasa TerramMAre chiude la prima giornata di festival con Se potessi volare, il racconto di un uomo che vuole scoprire da dove viene, trovare la propria identità e conoscere la propria eredità.

Sabato 11 giugno si comincia alle 9.30 con due appuntamenti presso la Biblioteca civica con Teatri Soffiati e Hansel und Gretel, una versione particolare della conosciuta fiaba in cui seguendo il testo originale lo spettacolo, di gusto dark e dalla forte tensione emotiva, ripercorre ambientazioni e accadimenti, immergendosi nelle atmosfere più cupe senza abbandonare la tenace speranza che porterà i bambini in salvo; alle 11 Drammatico vegetale con Albero, (in replica domenica 12 alle 9.30) spettacolo ispirato all’albero come simbolo della circolarità della vita, dove ogni singola esistenza trova la propria ragione. Il pomeriggio riprende alle 15 a Villa Sottocasa con la compagnia olandese Garage TDI e Re del cartone, una giocosa performance di teatro-danza con musica dal vivo sull'amicizia, sull'incontrarsi, giocare insieme e condividere gli amici. Alle 16 e alle 18 al MUST Filippo Garlanda e Repubblica. Racconto costituzionale per voce e fisarmonica, un monologo dove canto e racconto delle cose di tutti, cioè della res publica, la meraviglia della Costituzione Italiana; il respiro profondo che nasce nell’apprendere cos’è il lavoro; l’emozione delle donne che nel 1946 hanno votato per la prima volta; la rabbia per chi è morto combattendo e l’impotenza degli ultimi. Alle 17 si animeranno le vie del centro di Vimercate con la parata I vestiti nuovi a cura di delleAli teatro; alle 18 e alle 20.30 nel Parco Sottocasa Campsirago Residenza metterà in scena una versione itinerante ed esperienziale di Hansel e Gretel che indaga la discesa dentro l’oscurità: il cuore del bosco ma anche quello della strega. I bambini-spettatori affrontano il senso di smarrimento, affidandosi alla potenza positiva dell’intuizione che consente di superare anche le prove più difficili. Alle 21.45 nel Cortile di Villa Sottocasa Kronoteatro con Renart - processo a una volpe, lo spettacolo recupera il materiale drammaturgico dal testo medievale “il Romanzo di Renart la Volpe” e racconta delle molte malefatte della volpe Renart sempre spinta dal basso istinto della fame, Re Nobile il Leone lo chiamerà a giudizio alla sua Corte ma sarà il pubblico a decidere la sua sorte.
Chiude la seconda giornata la compagnia Tedacà alle ore 23 nella Sala Biliardo con Stavolta e mai più: estate, sabato sera. Michele ha vent’anni e un’estrazione proletaria. Una storia che vuole raccontare lo scarto tra la vita vera e la vita solo immaginata, quella da spot pubblicitario, da ammirare in lontananza, che fa esplodere i bisogni.

La terza e ultima giornata ospita varie seconde repliche degli spettacoli dei giorni precedenti, come indicato. Alle 14.30 la presentazione pubblica dell'opera In volo e alle 16.30 in piazza Roma Teatro Invito farà divertire grandi e piccini con lo spassoso Cappuccetto blues, in cui due lupio girovaghi e un po' straccioni racconteranno la fiaba dal loro punto di vista, tentando di riscattare la cattiva fama dei lupi con spirito e canzoni suonate dal vivo. Alle 17.30 potremo assistere alla prima nazionale di Nonno Mollica di Teatro Evento, una fiaba che nasce dal desiderio di non disperdere una tradizione che fa parte della nostra cultura: la fiaba popolare di magia, un anziano pescatore racconta storie fantastiche, che parlano di navi e personaggi meravigliosi.
A chiudere sarà Teatro dell'Argine con C'era una svolta: Tre personaggi abitano la scena e tentano di comunicare; vibrano, dialogano, si incontrano: ognuno con un proprio colore e ognuno con le proprie diversità.

Domenica sera la premiazione

La vera conclusione del festival si terrà domenica alle 22.30 con la premiazione dello spettacolo vincitore nel Salone d'Onore di Villa Sottocasa.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie