Un’area cani di Monza gestita da un gruppo di cittadini

I "Dream Dogs" si impegnano a mantenerla pulita e controllata

Un’area cani di Monza gestita da un gruppo di cittadini
14 Giugno 2017 ore 16:27

Un’area cani di Monza sarà gestita e controllata da un gruppo di cittadini. Il sodalizio si chiama “Dream Dogs” e si impegneranno a mantenerla pulita e controllata. La firma del patto tra il gruppo e l’Amministrazione comunale è avvenuto venerdì scorso.

La firma del patto

Venerdì pomeriggio nella Sala Consiliare del Comune di Monza, l’Assessore alle Politiche culturali e di sostenibilità, Francesca Dell’Aquila, il dirigente del Settore Ambiente e Energia, Architetto Nizzola ed il referente del gruppo informale Dream Dogs Monza hanno firmato il “patto di collaborazione ordinario tra cittadini e Amministrazione per la cura, la rigenerazione e la gestione in forma condivisa dei beni comuni urbani”. L’oggetto del patto è “la realizzazione del progetto sgambatura cani in Via Milazzo”, che prevede tra l’altro una serie di interventi strutturali nell’Area Cani esistente, allo scopo di migliorarne la fruibilità e la sicurezza per i frequentatori a quattro zampe e per i loro proprietari.

Una collaborazione

La collaborazione tra cittadini e Comune, fondata sui principi di sussidiarietà, efficienza, economicità, trasparenza e sicurezza, prevede una serie di reciproci impegni finalizzati all’azione di cura, rigenerazione e gestione in forma condivisa dei beni comuni, che si realizza attraverso la manutenzione, la vigilanza ed il controllo dell’area cani.

L’obiettivo

L’obiettivo generale del patto è creare un ambiente sicuro, decoroso e pulito per i cani, all’interno del quale possano essere organizzati anche degli eventi tematici, che renderanno l’area ancor più apprezzata e godibile per i suoi frequentatori.

I “Dream Dogs”

I Dream Dogs si impegnano a mantenere pulita e controllata l’area cani, grazie alla presenza ed all’azione quotidiana e costante dei membri del gruppo ed alla loro attività di sensibilizzazione nei confronti degli altri frequentatori e proprietari di cani; inoltre provvederanno a segnalare prontamente all’Amministrazione comunale eventuali danneggiamenti, od utilizzi impropri; contribuiranno anche alla divulgazione delle “best practices” per i proprietari di cani responsabili, migliorando la qualità di vita della popolazione canina del quartiere.

L’impegno dell’Amministrazione

Da parte sua l’Amministrazione si impegna ad affiancare e sostenere i cittadini attivi nella realizzazione del progetto, provvedendo anche alla realizzazione di alcuni interventi di manutenzione straordinaria, che comprenderanno la demolizione delle strutture in calcestruzzo e la rimozione dei manufatti metallici pericolosi e delle pedane in legno, la sistemazione delle panchine.

Un lungo percorso

La firma del patto arriva a conclusione di un percorso iniziato circa un anno fa, quando un gruppo di proprietari di cani che frequentavano il parchetto di Via Milazzo, accumunati dalla passione e dall’amore per i quattro zampe, hanno rapidamente compreso di condividere anche il senso civico ed il desiderio di fornire un contributo concreto alla salvaguardia di un bene comune che, a causa della maleducazione e dell’incuria di molti frequentatori, anche non possessori di cani, stava subendo un consistente degrado.

Sensibilizzazione

Il gruppo informale si è progressivamente costituito e consolidato ed ha iniziato ad operare attivamente; sono nate così le prime iniziative di sensibilizzazione verso gli altri frequentatori dell’area cani, la raccolta delle deiezioni abbandonate dai proprietari “distratti”, la messa a disposizione di un distributore di sacchetti per la raccolta delle deiezioni (finanziato dalla cassa del Gruppo), la partecipazione alla giornata delle pulizie di primavera e la presentazione della proposta per un intervento di riqualificazione, inserita nell’edizione 2017 del bilancio partecipativo del Comune di Monza.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia