Menu
Cerca
Da non perdere!

Villa Reale riapre il 29 maggio con un vip a sorpresa

Visite gratuite fino al 2 giugno e un mega concerto

Villa Reale riapre il 29 maggio con un vip a sorpresa
Cultura Monza, 20 Maggio 2021 ore 14:06

E' avvolta un po' nel mistero, per suscitare ancora più attesa la riapertura di Villa Reale dopo 15 mesi. Sarà una festa che durerà dal 29 maggio stesso fino al 2 giugno 2021. A presentare l'iniziativa oggi, giovedì 20 maggio, in Comune, sono stati il sindaco di Monza Dario Allevi, l'assessore regionale Fabrizio Sala e il direttore del Consorzio Giuseppe Distefano.

Villa Reale riapre

Sarà una festa che durerà cinque giorni, partendo dal 29 maggio, giorno della Festa della Lombardia, fino al 2 giugno, festa nazionale della Repubblica. "La Villa ricomincia a vivere e lo farà con un evento musicale di prestigio con un ospite internazionale che terrà un concerto. A breve sveleremo anche i dettagli - ha spiegato il sindaco Dario Allevi, alimentando l'aspettativa - Purtroppo dovremo contingentare gli accessi in massimo 450 con un link di prenotazione ma stiamo valutando una contestuale diretta streaming".

Poi da domenica 30 maggio la reggia riaprirà gratuitamente per tutti i cittadini che si prenoteranno come successe nel 2014 quando dopo il maxi restauro la dimora fu restituita alla città. "Abbiamo sofferto 15 mesi di chiusura e ora finalmente i monzesi e non solo potranno visitare tutta la reggia compreso corpo centrale, appartamenti regi e Serrone, non come con la gestione in mano al concessionario che aveva costretto a compartimenti stagni". La capienza prevista è di 150 persone all'ora, sempre previa prenotazione.

Come sarà in futuro?

Intanto in questi giorni frenetici si sta decidendo anche il futuro di Villa Reale, che comunque passerà anche dalla redazione di un masterplan da milioni di euro che è stato affidato da Aria a un pool di professionisti. In corso di definizione, invece, gli aspetti più "spicci" come il costo del nuovo biglietto unico per visitare il complesso che vedrà una riduzione importante rispetto al passato: non più 19 euro, ma circa la metà, sui 10 euro. Visite che all'inizio saranno riservate solo ai weekend. In corso di definizione c'è anche il servizio di ristorazione. Ci sarà un catering per queste prime riaperture, ma in seguito verrà aggiudicato il servizio per un anno tramite un bando, in attesa poi di un project di lungo periodo. "Fondamentale sarà anche la collaborazione con le associazioni culturali che hanno partecipato alla manifestazione di interesse e che ci hanno avanzato tantissime proposte interessanti che vaglieremo", ha chiosato il sindaco.

Sala e la partita europea

Intanto è andata all'assessore regionale a Istruzione, Ricerca e Innovazione Fabrizio Sala, brianzolo, il compito di presentare la direzione dello sviluppo futuro della reggia. "Vogliamo portare il complesso su un'orbita più alta e la sfida avviene in un periodo proficuo di espansione come il post pandemia - ha spiegato - Un momento in cui sarà fondamentale conoscere le possibilità offerte dal Pnrr. Io penso che in Villa Reale potrebbe trovare naturale collocazione anche l'ambito dell'Istruzione ad altissimo livello, ma si sta lavorando anche sulla ricerca e Villa Reale sarà centrale nel processo di rilancio, anche in un'ottica di digitalizzazione al servizio della cultura. Basti pensare alle potenzialità del turismo emozionale che potrebbe avere risvolti incredibili per un luogo come Villa Reale". Ma pensa soprattutto all'Europa Fabrizio Sala. "Perché bisogna lavorare per rendere la Villa attrattiva a livello internazionale".

IL SERVIZIO COMPLETO SUL GIORNALE DI MONZA IN EDICOLA IL 25 MAGGIO

Necrologie