Cultura
Ville Aperte a Muggiò

Ville Aperte a metà a Muggiò: il maltempo annulla la domenica

La buona partenza di sabato dell'edizione 2021 con le visite a Villa Casati e al Mausoleo si è interrotta domenica a causa della pioggia

Ville Aperte a metà a Muggiò: il maltempo annulla la domenica
Cultura Monza, 26 Settembre 2021 ore 21:10

Anche l'Amministrazione di Muggiò ha aderito all'iniziativa consolidata «Ville Aperte in Brianza 2021», attraverso la Biblioteca civica e la collaborazione di alcune associazioni: Mousikè per l'accompagnamento musicale, Libertamente di Stefano Colombo, per la parte teatrale delle visite guidate, Archeo Theatron di Agostino De Angelis Desireè Arlotta. 

Una edizione a metà...ma con tante novità

Il maltempo ci ha messo lo zampino, costringendo ad annullare e rinviare le visite guidate della domenica. La prima tornata del sabato si è svolta tranquillamente con la soddisfazione sia dei visitatori che degli attori e delle guide che hanno interagito insieme.

A Villa Casati

L'edizione 2021 è stata influenzata oltre che dal maltempo anche dal Covid: Villa Casati è stata illustrata solo esternamente, ad eccezione della Sala ovale imbiancata di fresco in questi giorni che ha ospitato i visitatori.

Tra le novità il gruppo guide giovani composta da quattro studenti muggioresi: 2 dell'Istituto d'arte di Monza e 2 di Brera.

A interagire con le guide, gli attori in costume: Francesca Redaelli, Dario Sarno, Marco Vimercati che hanno interpretato gli esponenti della nobile famiglia Casati.

Gli accompagnamenti musicali sono stati affidati a Carlo D'Ariano al liuto, Serena Binotto viola da gamba, Davide Scalese al violino.

Il Cabreo di Camillo Casati in mostra

Tra una bella passeggiata nel Parco di Villa Casati di Teresa Casati con Federico Confalonieri tra la curiosità di anziani sulle panchine e occhi di piccoli curiosi sui giochi il tour si è concluso nella Sala ovale dove in mostra c'era il prezioso Cabreo di Camillo Casati

Al Mausoleo 

Due guide d'eccezione: l'assessore al Patrimonio storico Elisabetta Radaelli e l'attore Agostino De Angelis che ha fatto un salto indietro nel tempo, calandosi nei panni di Gabrio Casati hanno accompagnato i visitatori alla scoperta della nobile famiglia che ha lasciato una grande impronta nella Storia d'Italia, dal Risorgimento alla Resistenza.

Il sottofondo musicale è stato affidato a Serena Binotto con la viola a gamba, nonchè liutaia muggiorese.

L'assessore Radaelli ha raccontato il Mausoleo sotto il profilo storico, e architettonico cogliendo l'occasione per spiegare i recenti restauri di cui il complesso è stato interessato.

Agostino De Angelis nelle vesti di Gabrio Casati ha narrato le sorti di alcuni dei «suoi» nobili famigliari e approfittando della sua carica di Ministro della pubblica Istruzione del Regno ha ricordato l'anniversario della nascita di Dante con una nota citazione «Fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza».

 

 

 

Necrologie