Menu
Cerca

Arriva l’estate, imprevisti in agguato: i consigli del dentista

Arriva l’estate, imprevisti in agguato: i consigli del dentista
Economia Monza, 08 Giugno 2021 ore 06:00

Con l’estate che avanza e il trend dei casi di covid in costante diminuzione grazie alla poderosa campagna vaccinale in corso, tornano le antiche abitudini: l’aperitivo al bar, la cena al ristorante, panino con  birra al pub e via discorrendo.

«In questo contesto di progressivo ritorno alla normalità, i primi a risentirne sono... i  denti - esclamano con un sorriso i dottori Andrea Ormellese e Gianluca Santoni del Centro Medico Brianza - Stando all’aria aperta più a lungo si mangiano più snack contenenti principi corrosivi per lo smalto, aumenta il consumo di bevande gassate zuccherine, un buon gelato nel caldo pomeriggio non può certo mancare e, infine, ci si infila al bar  all’ora dell’aperitivo, possibilmente degustando sfizioserie salate e bevande alcoliche...

In sostanza, il quadro perfetto, nelle persone predisposte, per danneggiare la salute dei denti. La colpa è degli acidi contenuti in quel che mangiamo che favoriscono la perdita dello smalto e l’erosione dentale.

E’ stato calcolato che l’erosione dentale colpisce circa il 40% dei cittadini, mentre le carie colpiscono indistintamente il 60-90% dei bambini in età scolare».

Con tutti questi rischi in agguato a carico della salute orale, se dopo aver fatto baldoria per tutto luglio con gli amici dovessimo decidere di andare in vacanza in agosto, come possiamo tutelare i nostri denti?

«Prima di tutto è un bene che finalmente si possa tornare con un po’ più di serenità ad avere una vita sociale - affermano i due odontoiatri - Detto questo, se vogliamo veramente bene alla nostra bocca, dobbiamo cercare di non farle mai mancare la giusta dose di attenzione, sotto forma di adeguata igiene orale. Già questo è un buon viatico per la buona salute.

Alle persone che vanno soggette con più facilità di altre all’erosione dello smalto consigliamo una visita di controllo dal dentista di fiducia: penserà lui a portare a termine un’analisi personalizzata che consenta al paziente di  adottare ogni accorgimento utile per evitare danni».   «La visita è utile per diversi motivi  - precisano i dottori Santoni e Ormellese - Prima di tutto serve per portare a termine l’igiene professionale e intercettare eventuali patologie quali carie silenti e gengiviti che potrebbero trasformarsi in parodontiti. Poi è  indispensabile  per i pazienti che portano in bocca un lavoro   ormai datato, e desiderano partire con la certezza  di non incappare in fratture di protesi o altri inconvenienti che potrebbero rovinare le vacanze.

Il dentista inoltre verificherà le condizioni delle vecchie otturazioni, perché, qualora fossero infiltrate o inefficaci, viaggiando in aereo o per gli sbalzi di pressione determinati dalle immersioni al mare potrebbero saltare via o causare  dolore».  I dentisti di fiducia, inoltre, durante il controllo danno ai propri pazienti utili consigli: «Per esempio - riprendono i due specialisti dallo studio di Cornate d’Adda - Qualora ci si sia da poco sottoposti a un intervento chirurgico si raccomanderanno di evitare l’esposizione al sole. Quest’ultima, infatti, genera vasodilatazione con conseguente incremento del rischio di gonfiori nell’area trattata.

Altro consiglio che si dà sempre a tutti coloro che portano  protesi fisse, o rimovibili ancorate a impianti osteointegrati, è quello di mettere in valigia il cosiddetto “passaporto” contenente i codici degli impianti che si hanno in bocca. Qualora infatti dovesse insorgere un problema in vacanza, per il dentista del luogo  sarà più facile riuscire a risolverlo utilizzando la componentistica implantare corretta.

Infine, durante la visita di controllo pre-vacanza nel nostro studio ricordiamo sempre a tutti che in caso di mal di denti mentre si è via è possibile attenuare il dolore con l’analgesico che si prende solitamente per il mal di testa, assumendolo  a stomaco pieno. In caso di ascesso, invece,  bisogna sorseggiare acqua ghiacciata e recarsi da un dentista per farsi somministrare l’adeguata terapia antibiotica. Infine, se dovesse rompersi un dente lontano da casa  non usare il ghiaccio per lenire il dolore, ma prendere un anti-infiammatorio, quindi raccogliere il pezzo di dente staccatosi dalla propria sede e conservarlo in acqua e sale o latte. Bisognerà subito  recarsi dal dentista più vicino per valutare insieme a lui se sia possibile riattacarlo». Detto questo, lo staff del Centro Medico Brianza (sempre a disposizione per visite di controllo pre-vacanze),  augura a tutti buona estate!

Il team del Centro Medico Brianza aspetta i pazienti nella sede di Cornate d'Adda, in via Castello 5/A.

Tel. 039.6095873

Necrologie