Candy Brugherio nuovi scioperi in attesa del tavolo negoziale

Da settimana prossima in Candy a Brugherio mobilitazioni e scioperi che dureranno fino a quando non riprenderà il tavolo negoziale sugli esuberi

Candy Brugherio nuovi scioperi in attesa del tavolo negoziale
08 Novembre 2017 ore 09:37

Candy Brugherio nuovi scioperi in attesa della riapertura del tavolo negoziale che ha avuto uno stop lo scorso 30 ottobre

Da settimana prossima in Candy a Brugherio inizieranno mobilitazioni e scioperi. Agitazioni che dureranno fino a quando non riprenderà il tavolo negoziale sulla gestione degli esuberi, bruscamente interrottosi lo scorso 30 ottobre in Confindustria a Monza.

L’aumento delle cadenze sulle linee di montaggio

Intanto ieri si sono tenute le assemblee sindacali a cui hanno preso parte i lavoratori, le RSU e le organizzazioni sindacali che hanno definito “inaccettabile la posizione espressa dall’azienda nell’incontro del 30 ottobre. Durante il tavolo i vertici Candy hanno dichiarato di voler procedere ad un aumento delle cadenze sulle linee di montaggio, senza dare alcuna garanzia sull’aumento corrispondente dei volumi di produzione. Un aumento delle cadenze senza un aumento dei volumi da produrre significherebbe – spiegano dal sindacato – un aumento degli esuberi, che ad oggi sono ancora a quota 280”.

Candy Brugherio parla Mancini “Nessun impegno verso i lavoratori”

Sulla vicenda si è espresso in queste ore Paolo Mancini, delegato sindacale e coordinatore della Fiom CGIL. “Non possiamo accettare che i vertici aziendali non prendano alcun impegno verso i lavoratori a cui viene chiesto di sacrificarsi ancora di più sulle linee di montaggio. Inoltre l’azienda si è presentata in Confindustria con un piano di incentivazione all’esodo assolutamente insufficiente”.

Il dubbio della Cgil

“Viene il ragionevole dubbio – ha aggiunto Angela Modellini, segretario generale della Fiom CGIL MB – che la Candy non abbia alcuna intenzione di lavorare per contenere il numero degli esuberi. Anzi che voglia invece arrivare alla scadenza degli ammortizzatori sociali, settembre 2018, con tutti i problemi ancora aperti e riversare sulla collettività e sul territorio le scelte industriali volte solo al profitto nudo e crudo”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia