Sostegno all'economia del territorio

Desio: il Comune stanzia 120mila euro a fondo perduto per le imprese

Due misure previste dal contributo sino a esaurimento delle risorse. Domande entro le 12 del 4 dicembre 2020.

Desio: il Comune stanzia 120mila euro a fondo perduto per le imprese
Desiano, 05 Novembre 2020 ore 15:59
Agevolare, anche con interventi di sistema, la ripresa economica locale, accelerando i fattori di rilancio e innovazione e garantendo un supporto a tutte le attività economiche presenti sul territorio. Questo l’obiettivo del bando attraverso il quale l’Amministrazione comunale ha stanziato 120mila euro a sostegno dell’economia locale attraverso l’erogazione di contributi a fondo perduto per le imprese.

Desio: il Comune stanzia 120mila euro a fondo perduto per le imprese

Le misure previste:
L’ammontare delle risorse destinate al finanziamento è suddiviso in 2 misure. MISURA A: 40.000,00 euro in conto capitale, a sostegno degli investimenti effettuati. MISURA B: 80.000,00 euro di parte corrente, a sostegno dei costi fissi sostenuti (canoni di locazione, utenze), costi di adeguamento e rispetto delle normative dettate dall’emergenza Covid-19.
MISURA A – a sostegno degli investimenti effettuati
SOGGETTI BENEFICIARI. Possono accedere ai contributi le micro, piccole e medie imprese desiane, nonché i lavoratori autonomi che rientrano nella definizione di impresa, aventi almeno una sede operativa o un’unità locale nel Comune di Desio e operanti nei settori del commercio, dei pubblici esercizi di somministrazione, dell’artigianato, del manifatturiero, dell’edilizia, dei servizi e dello sport.
L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto parametrato alle sole spese ammissibili al netto di IVA, in misura pari al 50% delle suddette spese, per tutte le imprese, nel limite massimo di contributo di € 5.000,00. L’investimento minimo per la richiesta del contributo è pari a € 1.000,00.

Spese finanziabili : Sono ammissibili, con spese al netto dell’IVA, opere edili, macchinari e attrezzature per la sanificazione e disinfezione degli ambienti aziendali; installazione o ammodernamento di impianti; interventi strutturali all’impianto di aerazione della struttura; arredi e strutture temporanee finalizzati al distanziamento sociale all’interno e all’esterno dei locali d’esercizio; strumenti e attrezzature di igienizzazione per i clienti/utenti, per i prodotti commercializzati e per gli spazi, attrezzature, software e/o strumenti relativi al monitoraggio e controllo dell’affollamento dei locali; veicoli da destinare alla consegna a domicilio o all’erogazione di servizi comuni e altro ancora.

Sono ammesse a contributo le spese già sostenute per interventi già eseguiti e fatture già pagate al netto dell’IVA, integralmente fatturate e pagate tra il 22 marzo 2020 e il giorno di invio della domanda di contributo.
MISURA B – Sostegno Affitti, costi fissi di gestione, spese di parte corrente
Soggetti beneficiari: possono presentare la domanda per la concessione del contributo una tantum le micro, piccole e medie imprese desiane, nonché i lavoratori autonomi che rientrano nella definizione di impresa.
Spese finanziabili: Spese per affitto locali e utenze, suddivisi in:
1) Attività «sospese» (oggetto di sospensione obbligatoria, che non hanno chiesto alla Prefettura di svolgere la propria attività in deroga alla sospensione) a cui sarà riconosciuto un contributo pari al 100% del canone di locazione fino a un massimo di € 2.500,00 e pari al 100% delle spese per utenze fino a un massimo di € 500,00. La sovvenzione viene erogata a fronte dell’attestazione delle spese sostenute per il trimestre marzo-aprile-maggio 2020 per i canoni di locazione e le utenze, relative all’immobile, ove si svolge l’attività, non utilizzato o non aperto al pubblico in ragione delle disposizioni relative all’emergenza epidemiologica.
2) Attività «consentite» (e «sospese ma che hanno proseguito in modalità a distanza o con lavoro agile»). Ai soggetti economici, la cui attività non è stata oggetto di sospensione obbligatoria, ma che hanno subito una riduzione del fatturato in misura superiore al 30% nei mesi di marzo-aprile-maggio 2020 rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente, sarà riconosciuto un contributo pari al 50% del canone di locazione fino a un massimo di € 1.500,00 e pari al 50% delle spese per utenze fino a un massimo di € 300,00.

Altre spese di parte corrente

Sarà inoltre riconosciuto un contributo pari al 100% delle spese ammissibili di parte corrente, fino a un massimo di € 1.500,00.
Tra le spese al netto dell’IVA sono ammesse: spese per studi ed analisi; materiali per la protezione dei lavoratori e dei consumatori e per la pulizia e sanificazione dei locali e delle merci; acquisto di materiali usa e getta biodegradabili e compostabili; servizi di sanificazione e disinfezione degli ambienti; canoni annuali per l’utilizzo di software, piattaforme informatiche, applicazioni per smartphone, siti web; spese per l’acquisizione di servizi di vendita online e consegna a domicilio; servizi per la pulizia e la sanificazione dei locali e delle merci; dispositivi di protezione individuale rischio infezione COVID-19; spese di promozione, comunicazione e informazione ad imprese e consumatori; spese di formazione: sulla sicurezza sanitaria, sulle prescrizioni e sui protocolli da adottare nell’ambito dell’esercizio dell’attività, sulla comunicazione e marketing con tecnologie digitali e altro ancora.
“Questa è un’operazione finalizzata a sostenere le micro, piccole e medie imprese e i lavoratori autonomi, con unità locale e/o sede operativa nel territorio del Comune di Desio colpite dalla contrazione dell’attività a seguito dei provvedimenti restrittivi connessi all’emergenza epidemiologica da Covid-19, mediante la concessione di un contributo una tantum a fondo perduto” racconta il Sindaco Roberto Corti.
“In questi mesi sono state diverse e significative le iniziative a sostegno del commercio locale e dell’impresa. Abbiamo ridotto la tassazione, erogato risorse per incentivare le assunzioni e a sostegno del commercio. Iniziative che hanno ottenuto un enorme successo di adesione – aggiunge l’Assessore alla Valorizzazione del Sistema Imprenditoriale Territoriale Jenny Arienti – Questo contributo sarà erogato sia per sostenere i costi di adeguamento per il rispetto delle normative dettate dall’emergenza sanitaria da Covid-19 (es. sicurezza, materiali, spese adeguamento locali, acquisto attrezzature, formazione etc.), sia per sostenere i costi fissi (canoni di locazione ed utenze) comunque affrontati durante la chiusura dell’attività e nella fase post emergenza. Non solo. Il supporto economico sarà riconosciuto, inoltre, a quelle imprese che hanno adottato interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico, consentendo lo svolgimento delle attività attraverso lo smart working. Con questa ulteriore misura l’Amministrazione dimostra ancora una volta di voler sostenere il più possibile l’economia locale in questo momento difficile”.

Presentazione delle domande (fino ad esaurimento fondi)

Devono essere presentate entro e non oltre le ore 12.00 del 4 dicembre 2020. Le imprese devono utilizzare esclusivamente la relativa modulistica, scaricabile dal sito del Comune di Desio (http://www.comune.desio.mb.it). La documentazione deve essere consegnata preferibilmente a mezzo PEC alla Pec istituzionale del Comune di Desio: protocollo.comune.desio@legalmail.it.
E’ ammesso l’invio della documentazione cartacea a mano (previo appuntamento con ufficio protocollo allo 0362392500) o con raccomandata con ricevuta di ritorno.
Per info 0362392204 – suap@comune.desio.mb.it
TORNA ALLA HOME 
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia