Il futuro dei dipendenti

Galimberti Euronics, Ponti: “Regione si attivi per salvare tutti i posti di lavoro, alle stesse condizioni contrattuali”

Oggi l'audizione dei rappresentanti sindacali in Commissione Attività produttive. 

Galimberti Euronics, Ponti: “Regione si attivi per salvare tutti i posti di lavoro, alle stesse condizioni contrattuali”
Economia Seregnese, 12 Febbraio 2021 ore 14:28

Galimberti Euronics, Ponti : “Regione si attivi per salvare tutti i posti di lavoro, alle stesse condizioni contrattuali”. Oggi l’audizione dei rappresentanti sindacali in Commissione Attività produttive.

Galimberti Euronics, la preoccupazione resta alta

La Regione si attivi perché nella vertenza Galimberti Euronics siano salvati tutti i posti di lavoro e alle stesse condizioni contrattuali. A chiederlo, a seguito dell’audizione dei rappresentanti sindacali che si è tenuta oggi in Commissione Attività produttive è il consigliere regionale del Pd, Gigi Ponti.

Solo 67 dipendenti ricollocati e solo 27 alle stesse condizioni contrattuali

Il quadro emerso, secondo quanto riferito dal Gruppo consiliare del Partito Democratico in Regione, non è rassicurante. Dei 116 dipendenti dei 7 negozi messi in vendita dall’amministrazione straordinaria solo 67 sono stati ricollocati dai due acquirenti (Unieuro e Nova).

Di questi solo i 27 di Limbiate si sono visti proporre le medesime condizioni contrattuali. Ai 40 addetti dei negozi di via Solari a Milano, Pavia e Seregno, acquisiti da Nova, è stato proposto un contratto non adeguato, non riconosciuto dalle maggiori sigle sindacali. Per altri 49 addetti alle vendite ad oggi non c’è collocazione così come non c’è per altri 100 lavoratori amministrativi e impiegati nei magazzini e nella logistica che sono stati esclusi dall’asta giudiziaria.

“In gioco un grave problema occupazionale”

“In gioco – afferma Ponti –  c’è non solo un grave problema occupazionale ma anche la tutela dei diritti dei lavoratori. Per questo chiediamo alla Regione di farsi parte attiva affinché vengano salvaguardati tutti i posti di lavoro, dando attenzione anche ai lavoratori amministrativi e della logistica. I 149 addetti ad oggi senza lavoro devono rientrare nelle prossime acquisizioni o essere in parte ricollocati dai due acquirenti in altri loro negozi. Essenziale, inoltre, intervenire, innanzitutto chiedendo un incontro in Commissione al Commissario straordinario e presso il Mise perché sia data continuità al contratto di lavoro applicato fino ad oggi”.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli