Meda

Il Comune taglia la Tari alle attività chiuse durante il lockdown: per loro riduzione dell’80%

Stanziati oltre 750mila euro per sostenere l'economia locale. 

Il Comune taglia la Tari alle attività chiuse durante il lockdown: per loro riduzione dell’80%
Seregnese, 24 Agosto 2020 ore 15:58

Il Comune taglia la Tari alle attività chiuse durante il lockdown: per loro riduzione dell’80%. A Meda stanziati oltre 750mila euro per sostenere l’economia locale.

Il Comune taglia la Tari alle attività chiuse durante il lockdown

I titolari delle attività costrette alla chiusura negli scorsi mesi a causa dell’emergenza sanitaria potranno contare sulla riduzione di oltre l’80 per cento di quanto dovuto per la tassa sui rifiuti: l’Amministrazione comunale di Meda ha infatti deciso, stanziando una somma superiore ai 750 mila euro, di esentarle dal pagamento della TARI per un totale di 10 mesi nell’anno 2020.

“E’ un nuovo significativo aiuto che il Comune offre alla città per superare le conseguenze dell’emergenza determinata dalla pandemia”, sottolineano il sindaco Luca Santambrogio e l’assessore alla Programmazione economica Fabio Mariani.

“Un aiuto rivolto agli attori determinanti del tessuto economico e sociale della nostra città: imprese, artigiani, commercianti, piccoli imprenditori, professionisti. Abbiamo incessantemente operato durante le settimane più buie dell’emergenza sostenendo i contagiati, le loro famiglie, gli anziani, chiunque si trovasse in situazioni di difficoltà, sia con contributi economici sia, grazie alla straordinaria rete di volontari, fornendo innumerevoli servizi. Parallelamente ci siamo indirizzati al sostegno dell’economia locale, riducendo ad esempio le tariffe per l’occupazione di suolo pubblico o azzerando i canoni di utilizzo per centri, palestre e strutture sportive.
Ora questa ulteriore importante misura: i titolari delle imprese penalizzate dal lockdown riceveranno nel prossimo autunno bollettini di pagamento della TARI calcolati solo su 2 mesi. L’esenzione di 10 mesi favorirà così la loro liquidità. Abbiamo in questo modo sfruttato i margini di manovra che il nostro bilancio comunale ci consente. Avremmo voluto mettere in campo ulteriori misure, ma i limiti della normativa nazionale in termini di residuo fiscale (la Regione Lombardia paga infatti in imposte molto di più di quanto riceve, circa 54 miliardi), non ci hanno consentito di fare ancora di più”.

Il fondo messo a disposizione dall’Amministrazione comunale di Meda per il sostegno ai nuclei familiari in difficoltà e all’economia locale ammonta complessivamente a 1 milione e 250.000 euro. Alla riduzione della TARI sono stati destinati 763.461,50 euro.

TORNA ALLA HOME 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia