Economia
I dati

L’ Assemblea soci BrianzAcque approva il bilancio 2021

Con quasi 50 milioni, ancora una volta è record di investimenti (+28%).

L’ Assemblea soci BrianzAcque approva il bilancio 2021
Economia Brianza, 11 Maggio 2022 ore 09:46

L’assemblea dei soci di BrianzAcque, riunitasi nel tardo pomeriggio di ieri, martedì 10 maggio, ha approvato all’unanimità il bilancio di esercizio, chiuso al 31 dicembre 2021.

L’ Assemblea soci BrianzAcque approva il bilancio 2021

Ancora una volta, i numeri confermano la validità della strategia economico finanziaria perseguita dal gestore idrico di Monza e Brianza a vantaggio dei territori in cui opera.  Nonostante il protrarsi dell’emergenza sanitaria a cui, nell’ultimo trimestre, a causa del conflitto Russo-Ucraino si sono aggiunti cospicui rincari di gas ed elettricità, la società archivia un altro anno positivo,  dimostrando forte resilienza e continuando il percorso di crescita ininterrotta.

L’utile generato è di 10,081 milioni, quasi il doppio rispetto ai 5,8 mln del 2020.  112,6 milioni è il valore dei ricavi (+9.6%) : un incremento che di riflesso si evidenzia sul risultato operativo Ebit che si attesta a 10.8 Mlm di euro, in aumento del 22%  rispetto al consuntivo precedente. Si evidenzia che il risultato 2021 ha beneficiato del rilascio di fondi per 9.3 mln accantonati negli esercizi precedenti a fronte di una lite conclusasi in modo positivo nel corso del 2021.

Investimenti

Lo scorso anno, sono stati realizzati investimenti in infrastrutture pari a 49,2 contro i 38,5 del 2020 (+28%). Si tratta del livello più alto mai raggiunto nei 14 anni di operatività dell’azienda.  Per finanziare la massiccia attività di interventi sono stati utilizzati sia flussi generati dall’attività operativa che nuovi finanziamenti esterni. Inoltre, a fine 2021,  per coprire gli investimenti in programma per le annualità 2022-2025 è stato ottenuto da BEI un prestito verde (Green Loan)  da 55 milioni.  In generale, si tratta  di opere pubbliche e di progetti destinati ad efficientare il servizio idrico sul territorio dell’ambito di riferimento dei 55 comuni di Monza e Brianza, rendendolo sempre più affidabile e di qualità. Come da tempo a questa parte, gli interventi più corposi si sono concentrati nel settore fognario che, con 49% della spesa totale,  risulta predominante rispetto agli altri due segmenti del servizio idrico sia per valore economico sia per numero di interventi che hanno riguardato prevalentemente il potenziamento e la manutenzione straordinaria delle reti. Segue l’acquedotto con il 32% : su tutto spicca la prosecuzione della campagna di sostituzione dei contatori e  il ricambio di tratti di acquedotto maggiormente ammalorati. Chiude il settore depurazione con il 3%. Tra gli investimenti generali figura anche l’acquisto della nuova sede della società , lungo viale Brianza, a Monza, che ha richiesto un impegno di spesa di 5,6 milioni.

Investiti 56 euro per ogni abitante

BrianzAcque per ogni abitante ha investito 56 Euro contro i 44 Euro del 2020 (+12%), una cifra di gran lunga superiore al dato nazionale pari a 46 euro ciascuno.

“Dal 2014 proseguiamo un percorso di crescita costante, che fa leva sulla nostra solidità economica-finanziaria e che ci ha portati a toccare un tetto di investimenti mai raggiunto - ha commentato il Presidente e AD di BrianzAcque, Enrico Boerci. Pur nel contesto di uno scenario nazionale e internazionale difficile, caratterizzato dal conflitto tra Russia e Ucraina, dall’aumento dei costi del mercato energetico e  dalle tensioni inflattive prodotte dalle ripresa post Covid,  continueremo a lavorare secondo i valori e le capacità che ci contraddistinguono assicurando qualità ed efficienza del servizio erogato ad un bacino di  quasi 800 mila abitanti .BrianzAcque rappresenta un modello di impresa sostenibile, innovativo e tecnologicamente avanzato, portatore di valore per il territorio e la comunità”.

Il CFO dell’utility brianzolaGiuseppe Mandelli, ha aggiunto: “Archiviamo l’esercizio con un altro risultato positivo, anche se quest’anno  beneficiamo del rilascio fondi di precedenti esercizi. A fine 2021 abbiamo dovuto affrontare un periodo di incremento costi energetici e di materie prime, che sta attualmente perdurando. Per noi, oggi, la sfida è quella di condurre in porto in modo positivo anche il 2022, nonostante le acque agitate dell’attuale contesto economico”.

Piano di contenimento dei costi

In aggiunta al rincaro dei prodotti energetici, ci sono richieste da parte degli appaltatori di incremento dei costi su lavori già assegnati. Pertanto, in aggiunta alla revisione del sistema tariffario previsto dall’autority Arera per limitare l’impatto sui conti economici dei gestori idrici,  BrianzAcque sta predisponendo un apposito piano di contenimento dei costi e di investimenti a salvaguardia del prossimo risultato di bilancio.

Con l’approvazione del consuntivo, l’assemblea, svoltasi nell’Auditorium Ghezzi della Provincia di Monza e Brianza,  ha deliberato di destinare il risultato d’esercizio nel modo seguente: 8,6 milioni come riserva fondi per nuovi investimenti, 936 mila a riserva straordinaria e il restante  5% a riserva legale.  .

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie