Roncello, K-flex: la Regione chiede stop ai licenziamenti

Votata all'unanimità la mozione presentata in consiglio regionale che chiede lo stop al licenziamento di 187 lavoratori alla K-flex di Roncello. I consiglieri regionali vogliono anche sapere come sono stati spesi i soldi finanziati dal Ministero dello sviluppo economico.

Roncello, K-flex: la Regione chiede stop ai licenziamenti
15 Febbraio 2017 ore 10:25

Con voto unanime il Consiglio regionale ha dunque votato il testo proposto da Enrico Brambilla (PD, primo firmatario) e sottoscritto da tutti i capigruppo di maggioranza e minoranza. Il documento chiede inoltre un’opera di moral suasion sulla responsabilità sociale dell’azienda per i riflessi sull’occupazione in Brianza visti anche gli ingenti finanziamenti pubblici ottenuti dal Ministero per lo sviluppo economico (12 milioni di euro a partire dal 2013, di cui 1 milione a fondo perduto) e alla luce di 320 milioni di euro di fatturato con l’obiettivo di superare i 500 milioni nei prossimi anni.

Martedì durante l’incontro in Assolombarda, Marta Spinelli, figlia del patron Amedeo, ha ribadito la volontà di licenziare 187 lavoratori oltre a confermare di “aver utilizzato i fondi del Ministero per consolidare la propria azienda all’estero”, come affermato dal sindaclista Femca Cisl, Domenico Frustagli.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia