A Seregno due scuole amiche di Unicef

Consegna degli attestati agli istituti comprensivi Rodari e Moro, alla presenza dei dirigenti scolastici e dell'assessore all'Istruzione.

A Seregno due scuole amiche di Unicef
Seregnese, 05 Dicembre 2019 ore 09:19

A Seregno due scuole amiche di Unicef. Consegnati gli attestati agli istituti comprensivi Rodari e Moro alla presenza dei rappresentanti locali di Unicef, Francesco Mandarano e Cristina Rosso.

A Seregno due scuole amiche Unicef

A Seregno è stato consegnato l’attestato di Scuola amica Unicef agli istituti Rodari e Moro per la partecipazione al Progetto nazionale in collaborazione con il Miur sulla conoscenza della Convenzione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, di cui ricorre il 30esimo anniversario.

La consegna degli attestati Unicef

Nei giorni scorsi la consegna degli attestati ai dirigenti dei due istituti, Fiorella Mancuso dell’istituto Rodari e Francesco Digitalino per il comprensivo Moro. Presenti alla semplice cerimonia anche l’assessore all’Istruzione, Federica Perelli, e i rappresentanti locali Unicef Francesco  Mandarano e Cristina Rosso.

Premiate le attività didattiche per Unicef

Il riconoscimento di Scuola amica riguarda le attività didattiche svolte durante lo scorso anno scolastico per la conoscenza della Convenzione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Al termine della cerimonia sono state consegnate ai bambini delle classi prime le famose pigotte, che li accompagneranno fino alla quinta elementare.

Il trentennale della Convenzione

La Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (Convention on the Rigths of the Child – Crc) è stata approvata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989 e ratificata dall’Italia il 27 maggio 1991 con la legge n. 176.  Dal 1989 la Convenzione è divenuta il trattato in materia di diritti umani con il più alto numero di ratifiche: oggi sono 196 gli Stati che si sono impegnati nel rispetto dei diritti che riconosce.

Torna alla home page.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia