Vacanza in Sardegna: come raggiungere l’isola e cosa visitare durante la vacanza

Tra le mete estive più gettonate per organizzare una vacanza estiva c’è sicuramente la Sardegna, la seconda isola più grande del Mediterraneo, nonché culla della civiltà nuragica.

Vacanza in Sardegna: come raggiungere l’isola e cosa visitare durante la vacanza
Economia 16 Giugno 2021 ore 06:00

Non occorre percorrere migliaia e migliaia di km per immergersi in acque cristalline e per toccare con mano luoghi immersi nel verde, la Sardegna infatti rappresenta un vero e proprio angolo di paradiso dove poter ricaricare le pile e staccare la presa. Si tratta di una regione speciale, come il suo stesso statuto, ed è custode di una storia che di fatto la rende unica nel suo genere. Tutto ciò non può non attirare ogni anno migliaia di turisti provenienti da ogni dove, comprese personalità appartenenti al mondo del jet set, non è raro infatti imbattersi in personaggi famosi sull’isola. Tuttavia, prima di analizzare i luoghi da visitare durante la vacanza, è bene capire come raggiungere comodamente l’isola. 

Come raggiungere l’isola 

La Sardegna è facilmente raggiungibile con l’aereo e con il traghetto, quest’ultimo mezzo di trasporto è certamente quello maggiormente utilizzato dai turisti. Ormai in quasi tutti i porti italiani salpano imbarcazioni in direzione di questa splendida località. Se si è interessati, occorre semplicemente controllare direttamente online le offerte traghetti giugno, luglio e agosto per andare in Sardegna e prenotare la corsa perfetta per le proprie necessità. 

Cosa vedere durante la vacanza in Sardegna 

È impossibile scrivere in un unico articolo tutte le bellezze da visitare durante una vacanza in Sardegna, anzi, non sarebbero sufficienti dieci vacanze per visitare tutto. In ogni caso, è possibile fare una lista delle località da visitare assolutamente durante il soggiorno sull’isola. Tra le località più belle spicca sicuramente Cagliari, sul suo territorio c’è una delle spiagge più belle dell’isola, ovvero Poetto. Si tratta di una delle mete più frequentate da coloro che adorano il mare. 

Oristano 

Si tratta di una delle città più grandi dell’isola, ed è considerata comunemente come il punto di partenza per visitare la costa ovest della Sardegna. Questa zona è caratterizzata da una fitta vegetazione ed è possibile ammirare gigantesche falesie che precipitano a strapiombo sul mare cristallino. In questa zona è possibile ammirare la splendida Penisola del Sinis (una zona protetta), caratterizzata da circa 50 km di spiagge, fondali bianche e sabbia dorata. È consigliabile visitare anche la famosissima spiaggia di Piscinas, ovvero un’oasi naturale famosa per le sue dune di sabbia alte fino a sessanta metri. 

Alghero

Un’altra località da visitare assolutamente durante la permanenza sull’isola è Alghero. Si tratta di una città famosa per le sue alte mura di origini spagnole e da un lungomare davvero sensazionale. La città si trova a pochissima distanza da spiagge mozzafiato come ad esempio quella di Capo Caccia (dove è possibile fare escursioni naturalistiche e attività di bird watching), o la spiaggia delle bombarde, famosa per le sue acque fredde, anche nei mesi più caldi. In questa località è possibile ammirare anche i resti di un porto romano di Tharros, non molto distante da altre spiagge bellissime ovvero quella di Santa Caterina e S’Archittu, da visitare assolutamente se si è amanti del mare.

Necrologie