Economia
Marketplasce

Via agli acquisti on line con l’Amazon di Seregno

Presentato il markeplace realizzato dagli esercenti di da ViviSeregno.

Via agli acquisti on line con l’Amazon di Seregno
Economia Seregnese, 07 Novembre 2021 ore 17:00

La rete fisica dei negozi diventa anche digitale con il markeplace seregnostore.it: una vetrina virtuale con prodotti di qualità da acquistare on line attraverso un semplice click, che rappresenta una sfida all’evoluzione tecnologica in un mercato in continua evoluzione.

Via agli acquisti on line con l’Amazon di Seregno

La piattaforma della rete d’impresa ViviSeregno è stata presentata dal presidente Maurizio Lissoni a Desio, nella sede della nuova associazione territoriale Confcommercio Alta Brianza, alla presenza del segretario generale di Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza, Marco BarbierI, e del segretario locale Simone Errico. Qualcuno l’ha già ribattezzata l’Amazon di Seregno.

"Il futuro è già oggi, ma questa piattaforma digitale non è solo e-commerce bensì un servizio offerto dal negozio - ha esordito Lissoni - Si possono effettuare acquisti, ma anche donazioni alle associazioni e iscrizioni ai nostri eventi. La globalizzazione ci ha pervaso, ma è importante essere locali e vicini a chi acquista, sapendo che dietro a ogni prodotto c’è sempre un negozio e una persona di fiducia».
Uno strumento semplice e dinamico per l’interazione fra negozi, associazioni, attività culturali e ludiche, «perché il centro storico deve continuare a evolversi, come vent’anni fa con la pedonalizzazione, e bisogna renderlo digitale".

Diecimila prodotti a disposizione

Al momento a disposizione dei clienti ci sono diecimila prodotti («Ma non abbiamo caricato ancora tutto il campionario») offerti da venti negozi, su un totale di 650 in città e circa la metà nel Distretto urbano del commercio (Duc).
Nella vetrina di seregnostore.it i prodotti sono divisi per categoria, si acquista in un unico carrello («Un po’ come Amazon») con pagamento on line: è prevista la possibilità di consegna a domicilio o il ritiro in negozio, ma anche la gestione di eventuali cambi e resi.
"Da qui a sei mesi puntiamo a migliorare la navigazione e le interazioni. Pensiamo anche a una tessera fedeltà sulla quale caricare i punti per acquistare prodotti e servizi, come il taglio dei capelli o un massaggio, con la possibilità di prenotarli. E in futuro non escludiamo lo zero click per gli acquisti di routine".
Mille euro all’anno il costo degli esercenti seregnesi per partecipare allo store virtuale, metà coperti da contributi regionali e comunali, con una piccola percentuale sulle transazioni, ma "più negozi siamo e meno paghiamo. Ci aspettiamo anche le attività di servizi, come bar e parrucchieri. Al momento le associazioni sono poche, ma stanno aspettando di salire".
Insieme per fare grandi cose è lo slogan del progetto, che appena partito ha bisogno di crescere perché "l’avventura comincia adesso e soltanto a Seregno, perché questa città ha una vocazione commerciale.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie