Concerti in programma

Riparte il festival Brianza Classica 2020

Ecco il programma aggiornato con tutte le prossime esibizioni.

Riparte il festival Brianza Classica 2020
Caratese, 28 Agosto 2020 ore 15:33

Riparte il festival Brianza Classica 2020, ormai giunto alla sua diciassettesima edizione. L’evento mira a promuovere la conoscenza e la diffusione della musica classica coinvolgendo una ventina di Comuni delle Province di Lecco e Monza Brianza.

Riparte il festival Brianza Classica 2020

Il festival esplora l’universo della musica classica, nelle sue diverse e più ampie accezioni, ma il tema portante di questa edizione è lo strumento musicale: liuti, viola da gamba, tiorba, cembalo, tromba, organo, violoncello e oboe barocchi sono alcuni degli strumenti che accompagneranno il pubblico in un viaggio attraverso la musica del passato e del presente, dalle sonorità più moderne fino a riscoprire l’originalità della musica ai tempi di Leonardo Da Vinci. Verrà raccontata la storia degli strumenti musicali e saranno valorizzati i protagonisti di questo affascinante mondo: gli artigiani che costruiscono strumenti, i musicisti che li suonano, gli insegnanti di singoli strumenti, per un’ampia promozione della cultura musicale.

Durante le singole esibizioni saranno anche presentati strumenti insoliti (come il “Digeridoo” australiano e il “Kotò” giapponese) e tecniche di esecuzione provenienti dall’estero, inoltre, prima delle esecuzioni, verrà proposta una guida all’ascolto a cura degli interpreti o del direttore musicale.

I concerti, prevalentemente gratuiti o a fronte del versamento di un contributo simbolico, possono spesso essere abbinati ad un evento speciale, come una visita guidata o una cena con gli artisti e avranno luogo in chiese, teatri, ville, chiostri e giardini, generalmente nel weekend.

Per assistere alle singole esibizioni è necessaria una prenotazione telefonica (335 5461501). Il numero massimo di posti prenotabili per tutti è sempre 2 per concerto.

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia