Sponsorizzato

BrianzAcque cerca a Monza il suo nuovo quartier generale

BrianzAcque cerca a Monza il suo nuovo quartier generale
Idee & Consigli 18 Febbraio 2020 ore 16:00

BrianzAcque è l’azienda pubblica che gestisce industrialmente il servizio idrico integrato nella Provincia di Monza e Brianza. Grazie ad un percorso di fusioni e acquisizioni particolarmente sfidante, oggi, figura nel panel del primi 15 operatori italiani del settore. Partecipata e controllata da 56 comuni soci secondo il modello in house providing, si occupa dell’intera filiera dell’H2O: acquedotto, fognatura, depurazione. Ogni anno, porta nelle case e nelle aziende del territorio oltre 80 milioni di metri cubi di acqua, colletta quelle di scarico e le restituisce pulite all’ecosistema dopo un severo processo di depurazione.

Si prende cura del mantenimento, del miglioramento e dell’innovazione delle reti, degli impianti e delle infrastrutture senza praticare aumenti in bolletta, che resta tra le più basse d’Italia e d’Europa. Moderna ed efficiente, socialmente responsabile, opera nel pieno rispetto dell’ambiente, per la ricerca e la tutela del territorio.

BrianzAcque ha indetto una manifestazione d’interesse per la ricerca di un immobile da adibire a sede unica della società. Nell’avviso pubblico, consultabile sul sito web dell’azienda www.brianzacque.it, la società rende noto l’interesse ad acquistare a Monza un edificio di almeno 1.800 metri quadrati di superficie capace di garantire spazi per uffici, attività complementari e di ospitare circa 200 postazioni lavorative.

Attualmente, i vari settori aziendali sono dislocati in più siti, distribuiti tra Monza, Cesano Maderno, Seregno e Vimercate.

“Da tempo, consideravamo l’idea di dotarci di una sede unica sia per questioni di razionalizzazione logistica sia di risparmio economico. Un’esigenza che ora è diventata una necessità improrogabile alla luce della crescita della società e delle problematiche insorte rispetto ad alcuni stabili di cui attualmente usufruiamo” ha commentato Enrico Boerci, Presidente e AD della società.

Tra le richieste di BrianzAcque, l’immobile dovrà essere in disponibilità immediata, preferibilmente in una zona di rapido accesso alle principali vie di comunicazione.

Gli operatori economici saranno tenuti a manifestare il loro interesse entro le ore 12 di venerdì 28 febbraio 2020. Successivamente, la local utility dell’acqua chiederà agli stessi (incluse le agenzie di intermediazione immobiliare) di formulare le proprie proposte sulle basi delle quali avvierà la negoziazione finalizzata all’individuazione dell’immobile che meglio si addice alle esigenze di carattere estetico, economico e funzionale della società.

È possibile consultare l’avviso nella sezione “Appalti e fornitori” del sito www.brianzacque.it al link: http://www.brianzacque.it/appalti-fornitori-appalti.html.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli