Novità a Lissone

All’orizzonte solo una piscina coperta o anche un centro con la Spa?

Un centro al coperto è atteso da decenni. Ora uno studio del Politecnico di Milano ha messo sul tavolo tre proposte interessanti

All’orizzonte solo una piscina coperta o anche un centro con la Spa?
Monza, 20 Giugno 2020 ore 16:40

Di una piscina coperta a Lissone se ne parla da decenni e molte le proposte messe sul piatto e molti i progetti che sono stati accantonati ma, forse, questa è davvero la volta buona.

Sono arrivati sul tavolo del Comune i tre studi di fattibilità elaborati dal Politecnico di Milano e commissionati lo scorso dicembre. Tre proposte molto diverse tra di loro, ma che garantiranno ai lissonesi (ma non solo) la tanto desiderata piscina coperta che manca in città.

Piscina: le tre proposte

Il primo degli studi di fattibilità prevede la realizzazione di un simil «acquapark» con scivoli, aree relax e un’area natatoria con vasche ludiche e per i corsi. Il secondo progetto invece declina l’area verso la realizzazione di un impianto che colleghi il mondo del nuoto con lo sport, il fitness e le altre attività sportive non prettamente acquatiche. In questo caso potrebbe essere prevista un’area Spa, un’area acquafitness, una palestra e spazi per la riabilitazione.

Il terzo progetto, invece, punta alla realizzazione di una vera e propria piscina agonistica che possa essere il punto di riferimento per competizioni nazionali e locali legate al mondo degli sport acquatici. In questo caso l’ipotesi prevede la realizzazione di una vasca per le competizioni sportive, alcune vasche di allenamento anche per sport di squadra, un ambulatorio medico e un’area benessere.

Tre progetti molto diversi tra loro, ma che garantirebbero agli appassionati del nuoto una piscina coperta senza dover necessariamente utilizzare gli impianti di Monza, Desio o Seregno.

L’impianto nel centro sportivo

La nuova piscina coperta, con le pertinenze, da programma dovrà essere realizzata dove un tempo sorgeva il campo da calcio a 11 (oggi inutilizzato) all’interno del centro sportivo comunale di via Cilea.

Il Politecnico, in questa fase, ha valutato tutte le potenzialità della location, considerata anche la vicinanza strategica della Statale Valassina su cui si affaccia il centro e la distanza con altri impianti analoghi nei comuni limitrofi.

Lissone, l'area della futura piscina
Lissone, l’area della futura piscina

«L’analisi degli impianti concorrenti ha permesso di formulare alcune considerazioni sulle caratteristiche che dovrebbe possedere il centro natatorio di nuova costruzione» si legge nella relazione del Politecnico di Milano e consegnata alla Giunta. I tecnici hanno anche sottolineato la necessità di creare «un impianto coperto polifunzionale e fruibile tutto l’anno», in cui si valorizzi il rapporto con l’attuale piscina scoperta e con il entro sportivo con attività sia per i più anziani che per i più giovani.

Amministrazione soddisfatta

Soddisfatto, dell’esito di questa primissima fase iniziale, l’assessore allo Sport Renzo Perego.

Queste linee di indirizzo rappresentano un punto di partenza per avviare una riflessione su un bisogno molto atteso dalla cittadinanza di una piscina coperta – ha sottolineato Perego all’unisono con il sindaco Concetta Monguzzi – L’obiettivo è quello di sviluppare una progettualità che coniughi l’aspetto sportivo con quello del benessere, fornendo uno spazio adatto a tutte le età.

Ora che la «fase uno» è terminata sempre al Politecnico di Milano spetterà tracciare le linee di indirizzo in relazione alle attività proposte nelle tre ipotesi e nella terza e ultima fase invece dovrà stimare i costi e i potenziali ricavi in relazione alla possibile gestione legata alla concessione del nuovo impianto. Questa volta, forse, sarà la volta buona.

(nella foto in copertina la piscina scoperta del centro sportivo di via Cilea)

ACQUISTA L’EDIZIONE DIGITALE DEL GIORNALE DI MONZA

TORNA ALLA HOME

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia