Politica
Verso il ballottaggio

Bufera a Desio, Forza Italia ha deciso di passare alle vie legali

Dopo il candidato sindaco Simone Gargiulo anche gli azzurri si sono rivolti alla Giustizia dopo le pesanti affermazioni della candidata sindaca Jennifer Moro.

Bufera a Desio, Forza Italia ha deciso di passare alle vie legali
Politica Desiano, 15 Ottobre 2021 ore 15:58

Bufera a Desio a pochi giorni dal ballottaggio. Forza Italia ha deciso di passare alle vie legali dopo le pesanti affermazioni della candidata sindaca del Centrosinistra, Jennifer Moro. Dopo Simone Gargiulo, è stato il coordinatore degli azzurri, Mattia Costanza a rivolgersi ai Carabinieri.

Bufera dopo le affermazioni di Jennifer Moro

Ha scatenato un putiferio il post pubblicato martedì 12 ottobre 2021 (a poche ore dall'inizio del faccia a faccia organizzato dal Giornale di Desio) dalla candidata Moro, espressione dell'Amministrazione uscente. Parole al vetriolo contro il suo sfidante, Simone Gargiulo:

Come candidata sindaca denuncio pubblicamente che Gargiulo si muove su due piani. Alla luce afferma di non volere apparentamenti e di correre da solo. Nell'ombra invece stringe un accordo con la parte peggiore di Forza Italia, garantendole due assessorati in Giunta. Il tutto all'insaputa dei suoi elettori che vengono ingannati e ridicolizzati. Si ripropone infatti la stessa alleanza che ha prodotto scempi a Desio tra il 2000 e il 2010, tra i quali il Piano di Governo del territorio di cementificazione della nostra città che ha visto condanne per corruzione di esponenti di Forza Italia. Invito i cittadini, di qualunque colore politico, a reagire e a bocciare nelle urne questa politica di poltrone e accordi sotterranei che umilia la città di Desio e la riporta indietro di 10 anni.

Accuse pesanti che hanno portato Gargiulo (candidato sindaco della Lista Civica Per Desio, Lega e Fratelli d'Italia) a rivolgersi ai Carabinieri.

L'annuncio del coordinatore Mattia Costanza

E anche Forza Italia, attraverso il coordinatore cittadino, Mattia Costanza, ha annunciato che passerà alle vie legali, comunicando il suo intento anche sui social:

Il vizietto della sinistra. Come nelle due ultime tornate elettorali, provano a giocare la carta della diffamazione gratuita. Il bersaglio è sempre lo stesso, quei cattivoni di Forza Italia che con il loro 8 per cento continuano ad essere premiati dagli elettori e un po' anche amati. In fondo sono anche simpatici e portano un po' di allegria oltre che voti con i Costanza sempre primi in classifica. Continuate a rosicare, noi facciamo politica per passione e servizio, voi per i posti che oggi avete paura di perdere. Se continuate così non ci trasformeremo in giustizialisti sommari come fate voi, ma ci rivolgeremo alla giustizia quella vera. La storia insegna che quando non si hanno idee da contrapporre si attaccano le persone. Il PD ancora una volta non avendo idee e proposte utilizza luoghi comuni e denigrazione.

Presentata denuncia per diffamazione

Nella caserma cittadina il coordinatore cittadino, Mattia Costanza, nella giornata di oggi, venerdì 15 ottobre, ha presentato denuncia. Così ha spiegato:

Abbiamo chiesto rispetto per noi, per le persone che ci hanno messo la faccia, donne, uomini, pensionati, professionisti che hanno alle spalle famiglie, figli, nipoti e che oggi per il solo fatto di essersi candidati in Forza Italia vengono etichettati come mafiosi. È un gioco sporco che impedisce la libera espressione della democrazia e distrugge l'immagine di tante persone oneste che hanno avuto la sola colpa di mettere la loro faccia e il loro impegno al servizio della comunità. Non ci interessa che questa denuncia contro la macchina del fango del pd produca effetti economici , se vinceremo la causa il ricavato andrà alle famiglie povere di Desio. Ci interessa invece farvi provare il senso della vergogna per tutto le bugie, le falsità e la cattiveria gratuita che avete espresso in questi giorni. L'esito delle elezioni lo decideranno gli elettori, i conti con la vostra coscienza dovrete invece farla voi.

Necrologie