Menu
Cerca
Sicurezza

Carate Brianza accende le telecamere sui varchi in città

Approvato in Giunta il progetto Carate Sicura 2021: due occhi elettronici bidirezionali controlleranno gli accessi e le uscite dei veicoli in via Donizetti e in via Marengo.

Carate Brianza accende le telecamere sui varchi in città
Politica Caratese, 28 Aprile 2021 ore 09:11

Quattro telecamere bidirezionali – due in via Donizetti e due in via Marengo – per presidiare in tempo reale i varchi d’accesso e uscita dalla città di Carate Brianza.

Progetto Carate Sicura 2021

Si chiama «Carate Sicura 2021» il progetto approvato giovedì dalla Giunta e che verrà trasmesso entro il 30 aprile agli uffici di Regione Lombardia per ottenere il cofinanziamento del 70 per cento dei lavori (per una spesa complessiva pari a 23.845 euro) di installazione e di messa in funzione dei nuovi «occhi elettronici», che andranno a integrarsi con i dispositivi di lettura targhe già presenti sul territorio comunale in viale Brianza: all’altezza di via Tommaso Grossi e di via Mosé Bianchi; in via Mazzini e via Milite Ignoto e lungo via Cavour ad Agliate e in via Trento e Trieste.

«L’area di intervento è stata scelta in considerazione della rilevante presenza di veicoli provenienti dalla Statale 36 in ingresso sul territorio del Comune dall’imbocco dello svincolo Carate Brianza Nord. L’installazione degli impianti di lettura delle targhe permetterà di controllare infatti gli accessi di tutti i veicoli che dalla Vallassina sono diretti verso la parte nord della città e che transitano dunque da via Donizetti e verso le grandi strutture di vendita di Bricoman e Iperal in via Marengo», spiega l’assessore alla Polizia locale, Giovanni Fumagalli (Lega) che ha seguito l’iter progettuale predisposto dal comandante Alberto Viganò.

Dopo la novità delle fototrappole, acquistate mesi fa e già operative da tempo, i nuovi dispositivi elettronici saranno collegati al sistema di monitoraggio già in funzione al comando dei Vigili urbani (con collegamento remoto anche alla stazione dei Carabinieri, ndr) e permetteranno, come detto, la lettura istantanea dei numeri di targa, indicandone tipologia di alimentazione, classe di emissione, regolarità dell’assicurazione e della revisione e anche l’indicazione di un’eventuale presenza del veicolo in transito nelle liste dei mezzi sottoposti ad indagine.

Ecco dove saranno gli occhi elettronici

Il primo punto di rilevamento sarà posizionato all’altezza del civico 91 di via Donizetti, il secondo sito sarà realizzato in via Marengo subito dopo la rotatoria e in prossimità del magazzino «Bricoman».
Il progetto per «raffinare» lo sguardo elettronico del grande fratello – previsto con investimento già a bilancio e che sarà anticipato dal Comune – richiede un investimento di oltre 23 mila euro (23.485 euro, per la precisione) che potrebbe essere coperto appunto dalla Regione per il 70 per cento dell’importo (16.439 euro) e per il rimanente 30 cento dall’Amministrazione comunale.

Controlli anche anti-smog

La novità riguarda anche la dotazione di un apposito modulo sulle telecamere per il rilevamento della classe ambientale del veicolo e che, al passaggio, sarà in grado di inviare un «alert» in caso di mancato rispetto alle limitazioni di circolazione in caso di blocco del traffico per questioni legate all’inquinamento.
«Oltre che sanzionare i furbetti insomma, le telecamere saranno uno strumento per riorganizzare la viabilità in funzione di una riduzione dell’inquinamento atmosferico nel territorio», puntualizza Fumagalli. Secondo quanto definito dalla delibera di Giunta serviranno 40 giorni circa per la realizzazione del progetto «Carate Sicura 2021».

Necrologie