Il deputato monzese Civati: “Minniti si dimetta”

Giuseppe Civati (Possibile) ha accusato il Governo del premier Paolo Gentiloni di perseguire politiche "neosalviniste e neofasciste".

Il deputato monzese Civati: “Minniti si dimetta”
25 Agosto 2017 ore 11:09

Dopo i fatti di ieri in piazza Indipendenza a Roma, il deputato monzese e leader di “Possibile”, Giuseppe Civati ha chiesto le dimissioni del ministro dell’Interno, Marco Minniti.

Civati: “Minniti, la misura è colma”

Il parlamentare monzese è stato molto duro con l’inquilino del Viminale:

L’operazione poliziesca, non solo ‘di polizia’, di piazza Indipendenza a Roma, con gli idranti, i manganelli e il razzismo istituzionale è l’ultimo capitolo di un libro che non avremmo mai pensato di leggere nel 2017. Ed è anche l’ultimo fattaccio che colma la misura: chiediamo per questo che Marco Minniti si dimetta dell’incarico di ministro dell’Interno”.

I deputati di “Possibile” non ci stanno e hanno chiesto quindi le dimissioni del titolare degli Interni.

“Basta col neosalvinismo”

Civati e i suoi colleghi di partito hanno accusato il Governo presieduto dal premier Paolo Gentiloni di perseguire politiche “neosalviniste e neofasciste”.

Neosalvinismo e neofascismo hanno permeato le politiche di questo Governo e la linea del ministero dell’Interno. Ogni atto compiuto da Minniti è materia per un preciso capo d’accusa politico. Con i suoi decreti su Immigrazione e Sicurezza Urbana ha introdotto elementi discriminatori in materia di asilo, violando gli articoli 2, 3 e 10 della Costituzione”.

Così ha proseguito il deputato monzese, fuoriuscito nel maggio 2015 dal Partito democratico.

di Omar Porro

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve