Politica
Monza

Dal Pnrr 340mila euro per rendere più accessibili i Musei Civici

L'assessora Arianna Bettin: "Verso una fruizione culturale più inclusiva"

Dal Pnrr 340mila euro per rendere più accessibili i Musei Civici
Politica Monza, 28 Dicembre 2022 ore 15:05

Serviranno per "rimuovere le barriere fisiche, cognitive e sensoriali". Trecentoquarantamila euro del Pnrr saranno destinati al piano elaborato dal Comune che vuole rendere i Musei Civici di Monza più accessibili.

Fondi dal Pnrr per i Musei Civici

Un elaborato che si è aggiudicato il 16esimo posto nella graduatoria dei 130 progetti finanziati per il centro nord, risultando 25esimo nella classifica nazionale.

Il legame col Peba

Si tratta di un progetto che, come fanno sapere dal Comune, rientra in una più vasta serie di interventi collegati alla realizzazione del Peba - il Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche - poiché prevede di favorire la piena accessibilità degli spazi espositivi di via Teodolinda.

Obiettivo accessibilità

Tra gli obiettivi vi è quello di assicurare la fruizione del patrimonio museale alla più larga parte di pubblico, anche in autonomia, ma anche quello di adeguare il percorso e l’offerta agli standard di qualità definiti dalle linee guida ministeriali.

Potenziamento del sito

Tra le azioni previste vi è dunque l’abbattimento delle barriere esistenti.
Ciò sarà accompagnato dall’implementazione del sito dei Musei per assicurarne piena accessibilità e dalla creazione di un percorso per la visita in autonomia e in sicurezza per gli utenti con disabilità visive, prevedendo segnaletica tattile-plantare su pavimentazione e sussidi permanenti, tra cui riproduzioni 3D delle opere per l’esplorazione tattile, planimetrie e didascalie accessibili.

L'esperienza virtuale

Sarà inoltre realizzata una postazione dedicata all’esperienza virtuale multisensoriale con materiali specifici per i disabili cognitivi (segnaletica con pittogrammi, guida museo in linguaggio easy to read).

Una visita in autonomia

Il Comune ha anche messo in preventivo l’acquisizione di sussidi per agevolare la visita al museo da parte degli anziani e delle famiglie, come carrozzine, passeggini e bastoni elettronici per non vedenti capaci di leggere i tag installati nel percorso tattilo-plantare e collegati allo smartphone attraverso bluetooth.

Le visite guidate

Saranno organizzate visite guidate per gruppi con esigenze specifiche (visitatori affetti da Alzheimer; con interpretariato Lis; con esplorazione tattile su opere museo) con l’ausilio di materiali cartacei.

"Fruizione culturale più inclusiva"

"Con l'aggiudicazione dei fondi Pnrr Monza ottiene un risultato inedito per una fruizione culturale più inclusiva - ha fatto sapere l’assessora alla Cultura Arianna Bettin - Si tratta di un primo passo importante, che si inserisce in una cornice più ampia di dialogo con le realtà del sociale. Dialogo che si è dimostrato fecondo e andrà approfondito, non solo per raccogliere gli stimoli e le opportunità dai livelli di governance superiori, ma più in generale per adottare politiche culturali nuove e creative".

Le associazioni

Le Associazioni che hanno collaborato alla redazione del progetto sono: Unione Ciechi sezione di Monza e Brianza, la Cooperativa La Meridiana, l’associazione Peba onlus, l’abilità - Un Museo per tutti.

 

Seguici sui nostri canali
Necrologie