Elezioni Amministrative: domani segui lo spoglio in diretta con il Giornale di Monza e provincia

Dalle 23 aggiornamenti costanti minuto per minuto per conoscere i nomi dei nuovi sindaci

Elezioni Amministrative: domani segui lo spoglio in diretta con il Giornale di Monza e provincia
10 Giugno 2017 ore 16:46

Elezioni Amministrative: domani segui lo spoglio in diretta con il Giornale di Monza e provincia. A partire dalle 23 sul sito www.primamonza.it sarà possibile trovare tutti gli aggiornamenti minuto per minuto. Una maratona elettorale serrata, con notizie tempestive dai seggi, che porterà a scoprire i nomi dei nuovi sindaci brianzoli, o degli eventuali sfidanti al ballottaggio.

Elezioni Amministrative: la sfida a Monza

Tra le sfide più attese e interessanti di domani c’è senza dubbio quella del Capoluogo. Sono ben sette gli aspiranti sindaci della città di Monza a partire dall’uscente Roberto Scanagatti sostenuto da Partito democratico, Monza per Scanagatti e LabMonza. Scanagatti dovrà vedersela con: Dario Allevi, sostenuto da Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d’Italia, Noi con Allevi, Monza Futura e Rivoluzione Cristiana; Danilo Sindoni, candidato del Movimento 5 stelle; Pierfranco Maffè, sostenuto dalle liste Monza con Maffè, Io Cambio, Fare e Energie per l’Italia; Paolo Piffer, candidato di CivicaMente; Michele Quitadamo, sostenuto da Rifondazione comunista, Sinistra anticapitalista e Partito dei comunisti italiani e  Manuela Ponti, candidata del Popolo della famiglia, sostenuta anche da Forza Nuova e Fiamma tricolore.

Lissone al voto

Davvero ricco il carnet di candidati anche a Lissone dove la sfida sarà a sei. A contendersi il posto di primo cittadino saranno Concetta Monguzzi, sindaco uscente sostenuta da Partito Democratico, Listone, “Lissone bene comune” e lista “Concetta Monguzzi Sindaco”; Fabio Meroni, candidato di Lega Nord, Forza Italia, Fratelli d’Italia, “Per Lissone Oggi” e lista “Meroni 2022” Emanuele Sana, candidato del Movimento 5 Stelle; Mauro Guglielmin, candidato della lista “Lissone la mia città”; Filippo Piacere, candidato del Partito comunista dei lavoratori e Roberto Perego, candidato delle liste “Lissone in movimento” e “Lissone futuro”.

 

L’area Vimercatese

Tre le sfide nell’area Vimercatese. A Sulbiate l’ex sindaco Maurizio Stucchi (Sulbiate Insieme)  se la vedrà con  Carla Della Torre (Per Sulbiate). “Gara” a due anche a Carnate dove Mauro Spialtini (Noi ci siamo) tenterà di sottrarre il posto al primo cittadino uscente Daniele Nava (Progettiamo Carnate). Secondo tentativo per il sindaco uscente Roberto Antonioli (Lesmo Amica) anche a Lesmo. Il suo sfidante sarà Alberto Grisi (Noi per Lesmo)

 

L’area Seregnese

Anche nel Seregnese i Comuni chiamati a rinnovare i Consigli saranno tre.

A Cesano si sfideranno Maurilio Longhin, sostenuto da Partito Democratico, ViviCesano, Alleanze Civiche, Udc e “La Cesano che vogliamo”;  Luca Bosio, candidato del centrodestra, supportato dalla lista civica “Con Bosio per Cesano”, Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d’Italia e “Un futuro per Cesano”;  Dario Pizzarelli candidato del Movimento 5 Stelle;  Nadia Speronello  candidata di “Passione Civica” e  Luca Giugno  candidato di Forza Nuova.

Due i pretendenti per il ruolo di sindaco a Lentate: Marco Cappelletti, sostenuto da “Partito Democratico” e dalla lista civica “Cittadini per Lentate – Cappelletti sindaco” e  Laura Ferrari, supportata da “Forza Italia”, “Lega Nord”, “Pensionati per Ferrari” e “Vivere Lentate”.

Quattro invece gli aspiranti primi cittadini a Meda. Si tratta di Gianni Caimi, sostenuto da Partito Democratico e Lista Civica Gianni Caimi sindaco; Luca Santambrogio, candidato del Centrodestra, supportato da Lega Nord, Forza Italia, Fratelli d’Italia e dalla lista civica “Civiltà Italiana”;  Vermondo Busnelli, candidato delle liste civiche “Meda per tutti” e “Lista civica per Meda” e  Giorgio Taveggia,  affiancato dalle liste civiche “Progetto Meda” e “Lega con Taveggia”.

 

Quando si vota

Si vota solo domenica 11 giugno (dalle 7 alle 23) e domenica 25 giugno per l’eventuale ballottaggio tra i due candidati più votati al primo turno.

I documenti necessari

Per esprimere la propria preferenza bisogna avere con sé la tessera elettorale. E’ indispensabile anche un documento di identità valido (carta di identità, patente, passaporto).

Come si vota

L’elettore può esprimere il proprio voto in tre modi: tracciando un segno solo sul simbolo di una lista. In questo modo il voto è assegnato alla lista che è contrassegnata sulla scheda e al candidato sindaco collegato. Oppure tracciando un segno sul simbolo di una lista e un segno sul nome di un candidato sindaco che non è collegato alla lista che si è appena votata. La terza opzione è tracciare un segno solo sul nome del sindaco. In questo modo il voto è attribuito solo al candidato e non alla lista o alle liste che sono collegate. E’ possibile anche esprimere la propria preferenza per due consiglieri comunali, scrivendo il loro nome e cognome sulle righe a fianco al simbolo della lista di appartenenza.I candidati consiglieri indicati devono appartenere alla stessa lista, ma essere di sesso diverso.

Il ballottaggio

Se nessuno dei candidati supererà il 50%, domenica 25 si tornerà a votare per il ballottaggio tra i due candidati che hanno ottenuto più voti. Le modalità sono sempre le stesse: presentarsi al seggio con la tessera elettorale e un documento valido. Ma sulla scheda si troveranno soltanto i nomi dei due candidati. In questa caso, basterà tracciare una croce sul preferito.

 

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia