Per il prossimo triennio

Il Comune di Lissone rinnova la collaborazione con l’Associazione Nazionale Carabinieri

I Carabinieri congedo continueranno a garantire monitoraggio, presidio e assistenza.

Il Comune di Lissone rinnova la collaborazione con l’Associazione Nazionale Carabinieri
Politica Monza, 29 Dicembre 2020 ore 13:16

Il Comune di Lissone rinnova la collaborazione con l’Associazione Nazionale Carabinieri.

Rinnovata la convenzione con l’Associazione Nazionale Carabinieri

Sorveglianza del territorio, monitoraggio in occasione di eventi pubblici, particolari controlli per garantire vigilanza sul territorio comunale da svolgersi in sinergia con la Polizia locale e con le Forze dell’Ordine. Il Comune di Lissone ha rinnovato la convenzione con la locale sezione dell’Associazione Nazionale Carabinieri presieduta da Roberto Arena, con cui già nel 2017 era stato sottoscritto un protocollo d’intesa. Alla luce del costante lavoro svolto sul territorio, anche per il prossimo triennio l’associazione A.N.C. continuerà a dare la propria disponibilità a partecipare con il ruolo di assistenza, osservazione e segnalazione.

Costante lavoro di presidio e controllo

Nell’arco dello scorso triennio, i volontari dell’Associazione hanno svolto un costante lavoro di presidio e di controllo sia durante il mercato settimanale che durante le manifestazioni organizzate dall’Amministrazione comunale.
“Inoltre, durante tutto il periodo della emergenza Covid 19 – sottolinea l’Amministrazione Comunale – i volontari hanno prestato la loro preziosa opera a supporto della popolazione, presidiando i punti più sensibili per l’applicazione della disciplina emergenziale fra cui stazione ferroviaria, punti di vendita dei generi alimentari e il cimitero, dando sempre la loro disponibilità a intervenire quando richiesti”.

Monitoraggio e assistenza anche nel prossimo triennio

I servizi per i quali saranno chiamati a intervenire nel prossimo triennio, fra gli altri, riguarderanno il monitoraggio del territorio comunale in particolare delle aree pubbliche, dei parchi, degli impianti sportivi e del patrimonio ambientale e culturale; i Carabinieri in congedo potranno inoltre essere attivati come personale di assistenza durante manifestazioni promosse dall’Amministrazione comunale, in caso di calamità naturali e come collaborazione nei servizi di pubblica utilità con il Comando della locale Polizia comunale. Un servizio in cambio del quale l’Amministrazione comunale riconoscerà un contributo – destinato al sostegno dell’attività ordinaria a copertura delle spese sostenute – di 3mila euro annui.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità