Polemica politica

“Il consigliere regionale dei 5 Stelle a fianco di chi ha rivendicato il murales Fontana assassino”

"Un comportamento inqualificabile" a giudizio dei consiglieri regionali della Lega. e del commissario provinciale Andrea Villa.

“Il consigliere regionale dei 5 Stelle a fianco di chi ha rivendicato il murales Fontana assassino”
Brugherio, 22 Luglio 2020 ore 21:49

“Il consigliere regionale dei 5 Stelle a fianco di chi ha rivendicato il murales Fontana assassino”.  “Un comportamento inqualificabile” a giudizio dei consiglieri regionali della Lega.

“Il consigliere regionale dei 5 Stelle a fianco di chi ha rivendicato il murales Fontana assassino”

“Inqualificabile. Riteniamo che non si possa che definire così il comportamento del consigliere regionale pentastellato Marco Fumagalli, tranquillamente seduto a fianco dei Carc (Comitato di appoggio alla resistenza per il comunismo), ovvero di chi ha rivendicato il murales ‘Fontana assassino’ a Milano e continua a fomentare l’odio verso la Lombardia e il suo Governatore”.

Così il Commissario della Lega di Monza e Brianza, Andrea Villa e i consiglieri regionali leghisti Alessandro Corbetta, Marco MarianiAndrea Monti e Martina Cambiaghi commentano le immagini che vedono intervenire il consigliere Fumagalli (M5S) alla manifestazione organizzata dai Carc sotto Palazzo Lombardia.

Il consigliere 5 Stelle al banchetto di chi ha definito FOntana assassino
Il collage realizzato dalla Lega in cui è stata ingrandita la scritta che appare dietro il banchetto al quale è seduto il consigliere Marco Fumagalli di Brugherio, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle

“Gruppi comunisti e di estrema sinistra come i Carc, per motivi tristemente ideologici – continuano gli esponenti della Lega brianzola – proseguono nella loro opera di sciacallaggio politico contro la Lombardia dopo aver innescato un clima politico di pericolosità tale da obbligare le Prefetture a mettere sotto scorta il presidente Attilio Fontana.

“Chi fa parte delle istituzioni – affermano i leghisti brianzoli – dovrebbe condividere i principi di democratico e pacifico confronto delle idee che ne stanno alla base, ed evitare di sedersi insieme a chi non fa altro che insultare e minacciare l’avversario politico. Auspichiamo infine che il Movimento 5 Stelle prenda le distanze da quanto accaduto”.

TORNA ALLA HOME PAGE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia