Polemica politica

“Il consigliere regionale dei 5 Stelle a fianco di chi ha rivendicato il murales Fontana assassino”

"Un comportamento inqualificabile" a giudizio dei consiglieri regionali della Lega. e del commissario provinciale Andrea Villa.

“Il consigliere regionale dei 5 Stelle a fianco di chi ha rivendicato il murales Fontana assassino”
Brugherio, 22 Luglio 2020 ore 21:49

“Il consigliere regionale dei 5 Stelle a fianco di chi ha rivendicato il murales Fontana assassino”.  “Un comportamento inqualificabile” a giudizio dei consiglieri regionali della Lega.

“Il consigliere regionale dei 5 Stelle a fianco di chi ha rivendicato il murales Fontana assassino”

“Inqualificabile. Riteniamo che non si possa che definire così il comportamento del consigliere regionale pentastellato Marco Fumagalli, tranquillamente seduto a fianco dei Carc (Comitato di appoggio alla resistenza per il comunismo), ovvero di chi ha rivendicato il murales ‘Fontana assassino’ a Milano e continua a fomentare l’odio verso la Lombardia e il suo Governatore”.

Così il Commissario della Lega di Monza e Brianza, Andrea Villa e i consiglieri regionali leghisti Alessandro Corbetta, Marco MarianiAndrea Monti e Martina Cambiaghi commentano le immagini che vedono intervenire il consigliere Fumagalli (M5S) alla manifestazione organizzata dai Carc sotto Palazzo Lombardia.

Il consigliere 5 Stelle al banchetto di chi ha definito FOntana assassino
Il collage realizzato dalla Lega in cui è stata ingrandita la scritta che appare dietro il banchetto al quale è seduto il consigliere Marco Fumagalli di Brugherio, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle

“Gruppi comunisti e di estrema sinistra come i Carc, per motivi tristemente ideologici – continuano gli esponenti della Lega brianzola – proseguono nella loro opera di sciacallaggio politico contro la Lombardia dopo aver innescato un clima politico di pericolosità tale da obbligare le Prefetture a mettere sotto scorta il presidente Attilio Fontana.

“Chi fa parte delle istituzioni – affermano i leghisti brianzoli – dovrebbe condividere i principi di democratico e pacifico confronto delle idee che ne stanno alla base, ed evitare di sedersi insieme a chi non fa altro che insultare e minacciare l’avversario politico. Auspichiamo infine che il Movimento 5 Stelle prenda le distanze da quanto accaduto”.

TORNA ALLA HOME PAGE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia