Asst Monza

“Il grido di Alparone non resti inascoltato”

Anche l'onorevole Mandelli, Forza Italia, chiede al Governo di intervenire.

“Il grido di Alparone non resti inascoltato”
Monza, 10 Novembre 2020 ore 12:28

“Il grido di Alparone non resti inascoltato”. Anche l’onorevole Mandelli, Forza Italia, chiede al Governo di intervenire.

“Il grido di Alparone non resti inascoltato”

Dopo l’onorevole della Lega Massimiliano Capitanio e i due consiglieri regionali leghisti Alessandro Corbetta e Andrea Monti, anche l’onorevole di Forza Italia, il monzese Andrea Mandelli, interviene con una nota per chiedere al Governo di supportare l’Asst di Monza, alle prese con la pandemia che ha messo in difficoltà il San Gerardo e l’ospedale di Desio, che da domenica non accettano più al Pronto soccorso i pazienti n codice verde.

Di qui la decisione di istituire all’Autodromo un check point clinico dove curare i pazienti in codice verde e poi trasferirli in altri ospedali.

“Il grido d’allarme del direttore generale dell’Asst di Monza, Mario Alparone, non può rimanere inascoltato. La situazione del servizio sanitario in Brianza è al limite: le strutture non sono più in grado di corrispondere alle richieste di soccorso”.

Così Mandelli che aggiunge: “Le difficoltà nel prestare le dovute cure ai pazienti non Covid stanno compromettendo gravemente il diritto alla salute dei cittadini brianzoli. È indispensabile intervenire immediatamente: gli errori compiuti dal governo durante il primo lockdown non possono e non devono essere ripetuti”.

TORNA ALLA HOME PAGE

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia