Oggi a Monza, Seregno e Vimercate

Il “no” al referendum di Più Europa, Volt e Azione

Domani, domenica, sarà la volta del presidio informativo allestito a Lissone in vista della tornata del 20 e 21 settembre

Il “no” al referendum di Più Europa, Volt e Azione
Monza, 05 Settembre 2020 ore 13:44

Cresce anche in Brianza il fronte del “no” in vista del referendum del 20 e 21 settembre. Più Europa, Azione e Volt sono scesi in piazza questa mattina a Monza.

Il fronte del “no” al referendum

Questa mattina nella centralissima via Italia del capoluogo brianzolo, le sezioni monzesi di Più Europa di Benedetto Della Vedova, Azione di Carlo Calenda e gli europeisti di Volt Mb hanno organizzato un presidio per spiegare le ragioni della loro contrarietà al quesito referendario.

Questo pomeriggio, sabato, sono previsti dei banchetti informativi anche a Seregno in piazza Italia e a Vimercate in piazza Roma dalle 14.30 alle 18.

Domani mattina sarà poi la volta del gazebo a Lissone che si troverà in piazza Libertà dalle 9.30 alle 12.30.

Il taglio dei parlamentari, se non accompagnato da una seria riforma della legge elettorale e una riforma del bicameralismo e dei regolamenti di Camera e Senato, rischia infatti di essere semplicemente un taglio lineare del diritto dei cittadini di essere rappresentati. Un Parlamento migliore funziona con eletti migliori, non con meno eletti.

Hanno spiegato gli organizzatori. Tra di loro c’è anche Francesca Pontani, consigliere comunale di Italia Viva a Monza, che si è schierata apertamente per il “no” considerato che il partito di Matteo Renzi ha lasciato libertà di voto ai propri iscritti.

3 foto Sfoglia la gallery

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE DEL GIORNALE DI MONZA

TORNA ALLA HOME

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia