Polemica politica

Il senatore Pd alla Lega: “Basta propaganda sulla pelle delle persone”

Il parlamentare vimercatese Roberto Rampi replica alla prese di posizione dei sindaci della Lega di Monza e Brianza che avevano criticato l'entità degli aiuti ai Comuni. L'invito è a lavorare tutti insieme.

Il senatore Pd alla Lega: “Basta propaganda sulla pelle delle persone”
01 Aprile 2020 ore 10:06

Il senatore Pd alla Lega: “Basta propaganda sulla pelle delle persone”. Il parlamentare vimercatese Roberto Rampi replica alla prese di posizione dei sindaci della Lega di Monza e Brianza e al commissario provinciale che avevano criticato l’entità degli aiuti ai Comuni – 4,3 miliardi come anticipo del Fondo di solidarietà, oltre a 400 milioni per i buoni spesa, subito suddivisi per Comune – annunciati dal Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte.

La posizione dei leghisti

Il senatore del Partito democratico Roberto Rampi non ci sta. Quando ha letto della posizione dei sindaci brianzoli della Lega ha voluto immediatamente replicare. Non sono piaciute dichiarazioni del tipo: “Anche in piena emergenza questo governo anziché gestire e risolvere le criticità, scarica i problemi sui Comuni. Annunciare misure in diretta televisiva, senza prima avere informato i sindaci, è da irresponsabili: governare non è come partecipare ad un reality show”. E ancora: ““I 4 miliardi e 300 milioni non sono soldi regalati ai Comuni   ma l’anticipo di quello che lo Stato deve già ai Comuni per il Fondo di Solidarietà comunale, alimentato dai soldi dei Comuni stessi”.

Il senatore Pd alla Lega: “Basta propaganda”

«Sono in contatto quotidiano con i nostri sindaci in Brianza – ha sottolineato Rampi – Le storie che raccontano sono terribili e straordinarie. Il loro impegno e la loro passione impagabile. Aiutarli in ogni modo è un dovere e una necessità. Il Presidente del Consiglio, così come il Presidente della Repubblica, hanno giustamente il dovere di rassicurare i cittadini. Con messaggi diretti innanzitutto. Non solo con annunci però. Infatti alle rassicurazioni ha subito fatto seguito un provvedimento che assicura risorse immediate e strumenti straordinari a tutti i sindaci per agire con discrezionalità e responsabilità senza alcuna burocrazia per i casi di maggior necessità. Concordato con l’Associazione nazionale dei sindaci.

“I sindaci in prima linea hanno apprezzato”

“Ogni sindaco in prima linea e dedito solo al bene della propria comunità lo ha apprezzato. Abbiamo detto dal primo giorno: niente polemiche. Aiutiamo i nostri cittadini tutti insieme. Invece i colleghi della Lega a tutti i livelli diffondono informazioni false e accuse. Soffiando sul fuoco. In un momento in cui difficoltà e paura possono essere una miscela esplosiva. Loro che governano da oltre venti anni la Regione più colpita, in cui tutti i limiti della loro gestione sono venuti al pettine proprio ora. Verrà il momento di discuterne. Ma ora davvero la smettano di far propaganda sulla pelle delle persone».

TORNA ALLA HOME PAGE

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia