Menu
Cerca
Monza e Brianza

In Provincia si lavora per il Recovery Fund

Si stanno valutando gli interventi da realizzare in diversi settori, da quello sanitario a quello scolastico. Attenzione anche al verde, alle infrastrutture e alla mobilità sostenibile.

In Provincia si lavora per il Recovery Fund
Politica Monza, 27 Febbraio 2021 ore 19:02

In Provincia si lavora per il Recovery Fund. Nell’apposita commissione si stanno valutando gli interventi da realizzare in diversi settori, da quello sanitario a quello scolastico. Attenzione anche al verde, alle infrastrutture e alla mobilità sostenibile.

In Provincia si lavora per il Recovery Fund

Al tavolo anche il centrosinistra, con il capogruppo provinciale Vincenzo Di Paolo e i sindaci di Seregno, Brugherio, Agrate Brianza, Verano Brianza, Vedano al Lambro e Ronco Briantino.

Ed è proprio il capogruppo di BrianzaReteComune che ha voluto fare il punto della situazione ricordando che la minoranza in Consiglio provinciale ha sottoscritto un documento programmatico portando una serie di proposte per la definizione dei progetti finanziabili.

Vincenzo Di Paolo, capogruppo di BrianzaReteComune in Consiglio provinciale

“Occorre fare lo sforzo, con uno sguardo ampio e condiviso – sottolinea Di Paolo –  di richiamare gli interventi prioritari per il territorio della Brianza, quegli interventi che permettano concreto sviluppo, innovazione e cambiamento, considerando il criterio di favorire ciò che diventa potenziale moltiplicatore di investimenti”.

I temi prioritari per il centrosinistra

I temi prioritari richiamati nel documento del centrosinistra sono sanità, mobilità sostenibile, riforestazione e creazione di collegamenti tra parchi e aree verdi, riqualificazione del reticolo idrico minore.

“Sul tema della scuola e della formazione – rimarca il capogruppo di BrianzaReteComune – è necessario approfondire la proposta di nuovi Istituti Tecnici Superiori, anche in considerazione dell’importanza che il premier Mario Draghi ha voluto dare definendoli ‘pilastro educativo’ e riservando 1,5 miliardi di euro di finanziamento, 20 volte il finanziamento di un anno normale pre-pandemia”.

Un’altra parte del documento è relativa alla digitalizzazione e al progetto di trasformazione del territorio brianzolo in una “Area Smart” attivando servizi resi intelligenti dall’utilizzo di soluzioni innovative integrate.

Non mancano i richiami agli interventi sulla rete infrastrutturale: la metropolitana leggera da Cologno a Vimercate, l’asse ferroviario di collegamenti est-ovest Malpensa – Orio, il problema delle barriere sonore per i treni merce dal San Gottardo. Sul trasporto pubblico locale, la problematica del trasporto scolastico verso gli istituti di Villa Greppi e la mancata connessione della linea Z319 Vimercate-Ronco con la stazione ferroviaria di Carnate.

Necrologie