Politica rovente a Lissone

La maggioranza scricchiola, Ratti (Psi): "Basta salame sugli occhi!"

La segretaria provinciale del Partito socialista, eletta tra le fila del Pd, si è tolta qualche sassolino dalle scarpe

La maggioranza scricchiola, Ratti (Psi): "Basta salame sugli occhi!"
Politica Monza, 13 Luglio 2021 ore 16:37

A Lissone la maggioranza scricchiola e a far discutere è il lungo sfogo di un consigliere comunale eletto tra le fila del Partito democratico e ora nel Gruppo misto.

Screzi in maggioranza

Non le ha certo mandate a dire e, anzi, ha rincarato la dose togliendosi addirittura qualche sassolino dalle scarpe. Elisa Ratti, segretario provinciale del Partito socialista ed eletta in Consiglio tra le fila del Pd (oggi nel Gruppo misto) è voluta tornare a gamba tesa a parlare di quanto accaduto in Aula la scorsa settimana.

La bagarre era scoppiata - e ne abbiamo parlato anche sulla scorsa edizione del Giornale di Monza - dopo la bocciatura, da parte di tutta la maggioranza che appoggia il sindaco Concetta Monguzzi, di una mozione che integrava le iniziative di conoscenza del diritto di famiglia italiano e rivolte alle donne straniere. Un testo invece che aveva visto il via libera delle minoranze di Centrodestra.

Parliamoci chiaro, non sono io che sono uscita dalla maggioranza, è la maggioranza stessa che mi ha isolata e mi ha messo all’esterno del suo perimetro - ha tuonato Ratti - La mia mozione non andava assolutamente “contro” ma anzi, integrava quanto già messo in atto in questi anni dall’Amministrazione che sostengo. Vigilerò, senza fette di salame sopra agli occhi.

Elisa Ratti ha confermato la sua intenzione di proseguire nell’appoggio delle parti di programma che ha abbracciato convintamente durante la tornata del 2017.

Strizza l'occhio ai giovani "civici"

Una posizione, quella della segretaria socialista, che avrà certamente degli strascichi politici a meno di un anno dalle prossime elezioni.

In maggioranza ci sono giovani amministratori molto competenti e motivati (il riferimento è a Mattia Gelosa e Simone Ravasi, della Lista Monguzzi, Ndr) ma forse non sono ancora pienamente consapevoli della loro forza e delle loro capacità, talvolta sovrastare da vecchi tatticismi. E’ ora che i consiglieri più giovani si prendano il loro spazio senza autocensurarsi. Coraggio, siamo tutti in attesa che vi facciate avanti, il vostro contributo è necessario.

La mozione bocciata dai colleghi di maggioranza aveva l'obiettivo di integrare le politiche già avviate negli ultimi anni dall'Amministrazione del sindaco Monguzzi. Una bocciatura che, però, pare aver logorato ancora di più il già difficile equilibrio tra le posizioni della segretaria socialista e i suoi colleghi di maggioranza.

La notizia sul Giornale di Monza in edicola o sull'edizione digitale

Necrologie