Politica a Lissone

Le minoranze vogliono l’ex comandante nel Cda della casa di riposo

Centrodestra e Movimento 5 Stelle unite hanno chiesto un posto nel consiglio di amministrazione della Fondazione Agostoni

Le minoranze vogliono l’ex comandante nel Cda della casa di riposo
Monza, 09 Giugno 2020 ore 11:57

Nel consiglio di amministrazione della casa di riposo Agostoni di Lissone, Centrodestra e Movimento 5 Stelle hanno chiesto che un posto sia riservato alle minoranze.

La proposta delle minoranze

In questi giorni è stato pubblicata la procedura per la selezione a nomina del componente vacante della Fondazione Agostoni che gestisce la casa di riposo comunale di via Bernasconi.

Dopo la scomparsa, nei mesi scorsi, di Egidio Arosio l’ex consigliere comunale della lista civica Listone e scelto dal sindaco Concetta Monguzzi come membro del Cda, il suo posto è tutt’ora vacante.

Proprio per questo l’Amministrazione ha indetto una procedura per la raccolta delle candidature che poi saranno vagliate direttamente dal primo cittadino (che dovrà procedere con la nomina).

Sono tre infatti gli attuali membri del consiglio di amministrazione tra cui il presidente Roberto Dominici (ex consigliere comunale del Partito democratico), l’ex segretario democratico Fulvio Mussi, l’ex consigliere comunale Dante Brivio (anche lui in quota Pd).

L'ex comandante Sergio Fossati
L’ex comandante Sergio Fossati

Centrodestra e Movimento 5 Stelle hanno infatti chiesto che il quarto membro, in sostituzione di Arosio, sia espressione delle opposizioni presenti in Consiglio comunale.

La nomina è competenza specifica del sindaco e quindi ci rivolgiamo a lei che tenga conto, oltre alla verifica dei requisiti della carica, anche di una persona che rappresenti tutti i cittadini in un Ente tanto caro ai lissonesi come la Fondazione Casa di Riposo Luigia e Alessandro Agostoni.

Hanno chiosato i gruppi di opposizione, avanzando il nome di Sergio Fossati, ex comandante della Polizia locale e candidato tra le fila di Lissone in Movimento nella tornata elettorale del 2017.

In passato è sempre stato così

I capigruppo, all’unisono, hanno sottolineato come un membro della Fondazione – da consuetudine – in passato era sempre stato scelto su indicazione delle minoranze.

D’altro lato anche nel passato le minoranze hanno sempre avuto nella Fondazione un proprio rappresentante che oltre ad essere un atto di democrazia e trasparenza è un riguardo istituzionale verso i rappresentati dei lissonesi che oggi siedono nei banchi dell’opposizione.

Da qui il nome di Fossati che, dopo una lunga carriera alla guida del Comando di via Gramsci, è sceso in politica fondando proprio insieme a Roberto Perego la civica Lissone in Movimento.

E’ quindi con convinzione che tutti i gruppi di minoranza: Lega Nord, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Movimento 5 Stelle e Lissone in Movimento propongono all’attenzione del sindaco la candidatura di Sergio Fossati, ex comandante della Polizia locale, persona autorevole, rispettata e preparata che può mettere in campo doti di comando, di gestione risorse e gestione di progetti.

Va da sé che c’è ancora tempo fino a questo venerdì, 12 giugno, per presentare le candidature che saranno poi vagliate direttamente dal sindaco Monguzzi.

Fratelli d’Italia propose Zagari

Nei mesi scorsi il capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio comunale, Ruggero Sala, aveva avanzato un altro nome – non certo estraneo alla politica locale – per il quarto posto di membro del Cda.

L’ex vicesindaco Sala, infatti, aveva proposto al sindaco Monguzzi la candidatura di Antonino Zagari, ex capogruppo proprio del Listone e già funzionario dell’azienda sanitaria locale.

(in copertina Fossati inaugura la sede di Lissone in Movimento con il sindaco Monguzzi)

ACQUISTA L’EDIZIONE DIGITALE DEL GIORNALE DI MONZA

TORNA ALLA HOME

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia