Politica
Arcore

Le polemiche accendono il Natale arcorese

Il centrosinistra arcorese ha chiesto all'Esecutivo di dimezzare le spese per il Natale e destinare 25mila euro a favore dei commercianti o delle famiglie in difficoltà

Le polemiche accendono il Natale arcorese
Politica Vimercatese, 26 Novembre 2021 ore 12:19

L'aria di Natale accende le polemiche politiche ad Arcore.

Sotto la lente delle forze di minoranza del centrosinistra sono finite le spese che effettuerà la Giunta di centrodestra guidata da Maurizio Bono per realizzare eventi natalizi in città.

Sul tavolo 50mila euro per il Natale arcorese

L'Esecutivo, ricordiamo, stasera, venerdì 26 novembre 2021, porterà in Consiglio comunale una variazione di bilancio con la quale la Giunta usufruirà di 50mila euro per addobbare il paese con le luminarie natalizie e per noleggiare la pista di pattinaggio.

Una decisione che ha scatenato le proteste della minoranza, in particolare dei consiglieri di opposizione (Elisa Caiello, Michele Calloni, Tidiane Gaye, Paola Palma, Luca Monguzzi e Federico Bove)  che hanno protocollato un ordine del Giorno urgente per chiedere alla Giunta il dimezzamento della spesa e, contestualmente, di destinare 25mila euro a favore dei commerciant arcoresi alle prese con le difficoltà legate alla pandemia e al caro utenze o alle famiglie in difficoltà economiche.

Il testo della mozione urgente


"Durante la Commissione Affari Istituzionali, dello scorso martedì, siamo venuti a conoscenza che l’Amministrazione e nello specifico l’Assessore al Commercio (Nicolò Malacrida, ndr), vorrebbero utilizzare 50mila euro di soldi pubblici, con variazione di bilancio, per l’installazione di una pista di pattinaggio su ghiaccio (25mila euro), luminarie natalizie, albero di Natale, eventi vari ecc (25mila euro). - hanno commentato i consiglieri comunali di minoranza -  Riteniamo che sia sacrosanto festeggiare adeguatamente il Santo Natale ma che sia eccessivo spendere tutti quei soldi soprattutto in un momento complicato e difficile come questo"

La controproposta

"Proponiamo al Consiglio che venga impiegata la metà di quella somma (25mila euro) per luminarie, albero ed eventi vari e che invece della pista di pattinaggio, questi fondi siano impiegati o per un bando a favore dei commercianti, per compensare il “caro bollette” e/o vengano versati nel fondo “Arcore solidale” che in questi anni ha aiutato tante famiglie in difficoltà - hanno continuato i membri della minoranza - La pista di pattinaggio potrà essere pensata per l’anno prossimo quando, partendo per tempo, si avrà la possibilità di avere maggior potere contrattuale “spuntando” prezzi decisamente migliori e magari facendo intervenire qualche “sponsor” che possa ridurre l’impatto sulle finanze pubbliche".

Necrologie