Politica

Le Province lombarde in cerca di rilancio

Anche il presidente Luca Santambrogio all'incontro con il sottosegretario all’Interno Achille Variati.

Le Province lombarde in cerca di rilancio
Monza, 21 Febbraio 2020 ore 17:21

Le Province lombarde in cerca di rilancio. Il ruolo di questi Enti intermedi  al centro dell’incontro di oggi  a Milano, a Palazzo Isimbardi, alla presenza dell’assessore regionale agli Enti locali, Montagna e Piccoli comuni, Massimo Sertori; del sottosegretario all’Interno Achille Variati, della vicesindaca della Città Metropolitana di Milano Arianna Censi, del presidente dell’Unione delle Province Lombarde, Vittorio Poma e di tutti i presidenti delle Province della Lombardia. Con  loro anche il presidente della Provincia MB Luca Santambrogio.

Le Province in cerca di rilancio

Nel corso dell’incontro è stata sottolineata l’importanza di un Ente intermedio tra Comuni e Regione. Anzi, l’assessore Sertori è andato anche oltre affermando che: “Occorre coraggio politico per ammettere che un ente intermedio tra Comuni e Regione è indispensabile per i nostri territori  e servono scelte chiare e lucide per affrontare la situazione confusa in cui versano le Province, situazione che oggettivamente non è più derogabile”.

Superare la riforma Delrio

Sempre a giudizio dell’assessore regionale è tempo di superare la riforma Delrio, che ha declassato le Province a Enti di secondo livello “con Bilanci in bilico e personale depauperato dallo stato centrale, causando disservizi su tutti i territori”.

Di qui la necessità di pensare  alle province come motori di sviluppo dei territori e, “all’interno di un progetto di semplificazione, ripartire dalla nostra costituzione che in modo chiaro delinea il ruolo di questo ente, la cui autorevolezza passa anche e soprattutto attraverso l’elezione diretta del Presidente”.

“Bene gli ultimi provvedimenti governativi”

Poma, a nome dell’Unione delle Province lombarde ha riconosciuto che gli ultimi provvedimenti fnanziari varati dal Governo hanno mostrato una rinnovata attenzione alle Province, “che ora chiedono un’accelerazione anche sul piano istituzionale. Gli sforzi per ricostruire un equilibrio organizzativo e fnanziario devono trovare compimento nel disegno di legge per la revisione organica del Testo Unico degli Enti Locali – annunciato dal Governo come collegato alla legge di bilancio 2020 – e ancor più nella riforma della Legge 56/2014″.

Sempre a giudizio di Poma, tra le altre cose “occorre restituire alle Province innanzitutto il ruolo di Ente a fini generali che coordina lo sviluppo della comunità territoriale di riferimento, attraverso funzioni importanti di programmazione, come i piani strategici triennali del territorio provinciale, i piani di trasporto e mobilità, i piani provinciale di protezione civile, oggi attribuite solo alle Città metropolitane”.

Il presidente Upl (Unione province lombarde) in conclusione ha chiesto “l’avvio di un percorso di revisione organica della disciplina in materia di ordinamento delle Province e delle Città metropolitane, ora interrotto e che ritengo debba essere ripreso con urgenza presso la Conferenza Stato città ed autonomie locali”.

TORNA ALLA HOME

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia