Menu
Cerca
Seregno

Bufera in Consiglio per la "masnada di asnit"

Nella diretta on line, per un errore tecnico, è stata condivisa la chat di whatsapp della maggioranza ed è spuntato il messaggio privato di un consigliere

Bufera in Consiglio per la "masnada di asnit"
Politica Seregnese, 11 Giugno 2021 ore 11:32

Gaffe nel Consiglio comunale in videoconferenza di ieri sera, giovedì 10 giugno, a Seregno. Durante la presentazione del progetto di sistemazione del piazzale della stazione ferroviaria, è stata condivisa la chat di whatsapp della maggioranza: “Masnada di asnit” il commento privato del consigliere Davide Vismara di Ripartiamo Insieme.

Bufera per "masnada di asnit"

La polemica ieri sera, giovedì 10 giugno, nel Consiglio comunale in videoconferenza. Per un errore tecnico, nel corso della video presentazione del progetto di riqualificazione del piazzale davanti alla stazione ferroviaria, è stata condivisa la chat della maggioranza sullo schermo della diretta Youtube. Nello scambio dei messaggi, sindaco, assessori e consiglieri si sono confrontati sulla effettiva distanza del nuovo parcheggio dei taxi previsto nel progetto rispetto alla posizione attuale, proprio davanti all'ingresso della stazione.

La censura di Trezzi della Lega

Puntuale la censura di Edoardo Trezzi, capogruppo della Lega: “Avete le idee un po’ confuse delle metrature. L’assessore Borgonovo (con delega ai Lavori pubblici, ndr.) dice 18 metri, il sindaco Alberto Rossi dice 28 metri. Non sapete neanche voi cosa andate a creare nella piazza della stazione”, l'intervento durante il Consiglio comunale da remoto.

La "masnada di asnit" di Vismara

Ma la polemica si è accesa ulteriormente perché nella schermata si leggeva un severo messaggio privato su whatsapp di Davide Vismara, capogruppo di Ripartiamo Insieme in maggioranza, scritto durante il dibattito sul ricorso di Bea al Consiglio di Stato contro l’aggregazione industriale fra Aeb e A2A: “Masnada di asnit”.

Il sindaco ammette: "Una brutta figura"

"Io adoro gli animali, complimenti al consigliere e lo ringrazio – l’affondo di Edoardo Trezzi del Carroccio dopo la comparsa della chat sullo schermo - Penso che questa frase sia rivolta a tutto il Consiglio comunale, sindaco compreso”. Nelle minoranze duro anche Tiziano Mariani, Noi per Seregno: “Un fatto gravissimo, uno sfregio al Consiglio”. Sull’episodio il sindaco, Alberto Rossi, ha ammesso la “brutta figura, ma abbiamo meno di zero da nascondere. È vero che non abbiano preso il metro” per misurare la distanza del nuovo parcheggio dei taxi dall’ingresso della stazione. Interpellato sull'episodio, Davide Vismara ha spiegato che "si tratta di un messaggio privato e non nella chat del Consiglio. Se qualcuno si sente chiamato in causa, non è un problema mio...".

 

Necrologie