Meda, Sinistra e Ambiente: “Abbiamo fatto tante proposte”

Il gruppo di minoranza, che non siederà in Consiglio comunale, ricorda quanto fatto in cinque anni e garantisce il proprio impegno

Meda, Sinistra e Ambiente: “Abbiamo fatto tante proposte”
Politica 18 Giugno 2017 ore 08:42

Sinistra e Ambiente tira le somme di cinque anni di attività in Consiglio comunale a Meda, ai banchi dell’opposizione. “Con la presenza del nostro eletto, Alberto Colombo, abbiamo condotto una seria attività consiliare senza mai rinunciare ad approfondire gli argomenti oggetto di delibera di Consiglio o di Giunta nonché le determine, esercitando un’attività di controllo – scrive il gruppo di minoranza – Abbiamo elaborato proposte sia in sede delle Commissioni sia in Consiglio comunale con mozioni nostre o congiunte”.

Pgt, Bilancio e Pedemontana tra gli argomenti affrontati

Quindi ricorda gli aspetti su cui si è concentrata principalmente la sua attività, tra cui “la tardiva variante al Pgt che poteva e doveva essere più coraggiosa nella tutela del territorio e su cui abbiamo presentato una serie di osservazioni, tutte respinte. Respinte anche le nostre richieste e i nostri emendamenti in materia di Bilancio e tributi comunali in cui chiedevamo sgravi e condizioni di maggior favore per le situazioni sociali più deboli ed esposte. Inascoltata la nostra richiesta di approfondimenti chimico-analitici seri sull’area dismessa ex-Medaspan, così come inascoltate le nostre osservazioni sull’At1”. Si sono occupati anche di Autostrada Pedemontana, del forno inceneritore di Desio, di consumo di suolo, inquinamento atmosferico, Piano d’azione per l’energia sostenibile (Paes), orti urbani e farmacia comunale, oltre che di viabilità, riqualificazione di via Pace e realizzazione della ciclopedonale di viale Brianza.

Sinistra e Ambiente garantisce il suo impegno anche se non farà parte del Consiglio comunale

Conclude: “Il nostro agire ha sempre avuto come base preparazione, approfondimento e proposte, così come abbiamo sempre cercato contatti e scambi informativi con gruppi, associazioni, rappresentanti politici e istituzionali anche di altri Comuni. Anche nel periodo burrascoso della nostra appartenenza alla maggioranza non siamo stati soldatini a comando, ma il nostro consigliere comunale ha esercitato il suo mandato con la consapevolezza del suo importante ruolo. Ora non avremo più una presenza consiliare, ma proseguiremo il nostro cammino con la stessa attenzione, auspicando di aggregare altri cittadini interessati a fare politica e non a subirla”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità