Medaspan, se ne parla stasera in Consiglio comunale

Durante la seduta del Parlamentino si parlerà della possibile soluzione al problema viabilistico legato all'area dismessa in cui sorgerà un centro polifunzionale

Medaspan, se ne parla stasera in Consiglio comunale
26 Aprile 2017 ore 11:39

Medaspan, se ne discuterà stasera durante il Consiglio comunale convocato per le 18 nella sala consiliare del Municipio di Meda. Tra i dieci punti all’ordine del giorno, infatti, anche l’integrazione della bozza di convenzione siglata nel 2016 in merito all’AT1, l’area dismessa dove grazie all’intervento della società “Pabel” sorgerà un centro polifunzionale che offrirà servizi e posti di lavoro.

Una soluzione per il problema viabilistico della Medaspan

I dirigenti regionali, coi quali i rappresentanti comunali si sono incontrati più volte, hanno condizionato l’apertura della struttura alla realizzazione di una soluzione viabilistica che tenda ad alleggerire il flusso di traffico. Da qui una serie di riunioni e di segreterie tecniche, che hanno ritardato l’apertura del cantiere. Ma nell’ultimo incontro la situazione parrebbe essersi sbloccata, come ha annunciato il sindaco Gianni Caimi: “Finalmente il tavolo tecnico ha accettato la soluzione che l’Amministrazione aveva proposto già tre mesi fa: realizzeremo una strada di collegamento che partirà dalla rotatoria di via Cadorna, all’uscita della Milano-Meda, costeggerà la ferrovia e porterà in via Busnelli”.

Al via un iter in tre tappe

Una via che rappresenta una valvola di sfogo del traffico e che si rivela utile “anche nella fase di cantierizzazione della tratta B2 di Pedemontana, che prevede la realizzazione, come opera connessa, del sottopassaggio in via Seveso”, precisa il vicesindaco Simona Buraschi, che aggiunge: “Partirà un iter in tre tappe, con una serie di incontri durante i quali si affronteranno le tematiche infrastrutturale, commerciale e ambientale, per poi firmare l’accordo di programma”. La convenzione in essere dal 2016 verrà pertanto modificata inserendo l’opera di realizzazione della nuova strada, completamente a carico dell’operatore. La nuova viabilità sarà inoltre inserita nel programma triennale delle opere pubbliche. Ulteriori dettagli verranno precisati durante la riunione di stasera.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia