Politica
Documento aggiornato

Monza, approvato il Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza

Semplificazione, standardizzazione e digitalizzazione, sono le parole chiave del Piano 2021-2023.

Monza, approvato il Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza
Politica Monza, 01 Aprile 2021 ore 17:42

La Giunta Comunale di Monza ha approvato nei giorni scorsi il Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza. Il documento, aggiornato ogni anno, introduce progressivamente nuove misure di prevenzione, anche di carattere organizzativo, al fine di renderlo sempre più efficace, attuale e conforme alle novità normative e regolamentari, in continua evoluzione.

Monza, approvato il Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza

Con l’adozione del Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza 2021-2023 il Comune prosegue nel percorso di evoluzione che rende il documento uno strumento sempre più strategico e di innovazione organizzativa, il cui grado di adempimento concorre alla valutazione della performance di tutti i dipendenti e  dirigenti dell’Ente.

“Nel contrasto alla corruzione e nella promozione della trasparenza l’innovazione è attuata partendo dal presupposto che le scelte strategiche e le azioni di prevenzione possano derivare da una valutazione puntuale sull’efficacia di quanto effettivamente già attuato e non da una mera attività di controllo”, ha spiegato l’Assessore alla Legalità Annamaria Di Oreste. “L’approccio concreto e coerente del documento, basato su un’analisi di contesto appropriata e coerente, è stato riconosciuto anche dal Nucleo Indipendente di Valutazione, l’organo esterno all’Ente che fra le sue competenze ha anche quella di esprimere orientamenti e giudizi sui documenti strategici”.

Le parole chiave del nuovo Piano

Semplificazione, standardizzazione e digitalizzazione, sono le parole chiave di questo nuovo Piano Anticorruzione, che introduce soluzioni innovative anche per migliorare l’efficacia e la trasparenza dei processi e dei procedimenti, rendendo più incisivi e veloci i controlli senza limitarne qualità e rilevanza, non solo ai fini della prevenzione della corruzione, ma soprattutto per il miglioramento della qualità dei servizi.

“Ancora una volta il Piano di Prevenzione della Corruzione del Comune esce dalla logica del mero adempimento e diventa strumento di rinnovamento dei processi per attuare quel percorso di efficacia, efficienza, economicità e trasparenza dell’azione amministrativa, a beneficio di tutti i cittadini”, conclude Di Oreste.

Necrologie