Politica a Lissone

Nuova pista ciclabile, tuona Forza Italia: “Adesso non è una priorità”

Il capogruppo azzurro Daniele Fossati ha sollevato alcune perplessità sul nuovo tracciato che collegherà via Pacinotti al rione Bareggia

Nuova pista ciclabile, tuona Forza Italia: “Adesso non è una priorità”
Monza, 04 Settembre 2020 ore 11:55

Una pista ciclabile che a Lissone non piace proprio a tutti. Nei giorni scorsi la Giunta ha dato il via libera definitivo al progetto esecutivo della nuova pista ciclopedonale tra viale Repubblica e viale Martiri della Libertà.

Pista ciclabile, critici gli azzurri

L’intervento consentirà di riqualificare interamente il tracciato già esistente e in parte promiscuo con la carreggiata. Se da un lato la maggioranza che sostiene il sindaco Concetta Monguzzi punta a una maggiore integrazione tra mezzi di trasporto e biciclette, dall’altro c’è chi invece non ha visto di buon occhio un investimento così importante.

Se guardassi al mio interesse personale dovrei essere contento della realizzazione di piste ciclabili visto che vado in bici e corro tutto l’anno, tuttavia un amministratore deve guardare oltre e valutare l’interesse della comunità. A Lissone le piste ciclabili non sono certo una priorità con tutto quello che manca e che non va bene.

Così ha tuonato il capogruppo di Forza Italia Daniele Fossati che ha puntato i riflettori su altri «temi» caldi.

Da anni attendiamo un’illuminazione decente, invece le strade sono buie; aspettiamo una sistemazione delle strade e dei marciapiedi. Da anni si attende anche una sistemazione dei giardini pubblici oltre a quel mezzo di trasporto pubblico a chiamata che era stato promesso e che sarebbe molto utile sopratutto per gli anziani e che è ancora un miraggio.

Insomma, una «promozione con riserva» per il leader degli azzurri.

E’ vero che nei Comuni di grandi dimensioni si sta cercando di agevolare lo spostamento con bici e monopattini ma la Provincia è una realtà completamente diversa. Evidentemente qualcuno non si è ancora reso conto. Io abito proprio di fronte alla pista ciclabile di via Pacinotti e la vedo tutto l’anno: viene usata per tre mesi e nemmeno da un numero poi cosi elevato di cittadini.

Il progetto

Due i lotti nei quali l’opera, del valore di quasi 1,5 milioni di euro, è stata suddivisa nel lotto Sud che collegherà la pista già esistente in via Pacinotti con quella già esistente all’incrocio tra via Perosi e viale Martiri della Libertà davanti all’Istituto superiore Europa Unita.

Da qui poi inizierà il «lotto Nord» che attraverserà il nuovo isolato residenziale «Don Moscotti» in via dei Ciliegi proseguendo su via Catalani verso Bareggia e in viale dei Platani davanti alla scuola elementare Buonarroti.

Insomma, un progetto importante e ambizioso che punta all’implementazione della mobilità dolce andando a creare percorsi protetti soprattutto per gli utilizzatori abituali delle biciclette.

Con l’approvazione del progetto e l’avvio del bando si compie un altro importante passo verso la mobilità sostenibile già inserita nel Piano Urbano del Traffico, creando un asse Nord-Sud di collegamento protetto. In questo modo vogliamo creare un viale moderno e funzionale, gradevole da percorrere e più sicuro per tutti gli utenti della strada.

Questo era stato il commento del sindaco Monguzzi e dell’assessore ai Lavori pubblici, Marino Nava.

(in copertina la nuova pista ciclabile di via Carducci / foto di archivio)

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE DEL GIORNALE DI MONZA

TORNA ALLA HOME

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia