Piattaforma chiusa a Carate, ecocentro in via Olimpia

Vi si potrà accedere ogni quindici giorni, il sabato (dalle 8 alle 12 e dalle 13.30 alle 17.30) esibendo un documento di identità

Piattaforma chiusa a Carate, ecocentro in via Olimpia
Caratese, 23 Maggio 2018 ore 08:02

Piattaforma chiusa, arriva un ecocentro temporaneo per i rifiuti.

Da sabato 26 maggio in via Olimpia

Quattro containers provvisori in via Olimpia a Carate Brianza. Un vero ecocentro – a cadenza quindicinale . fino alla fine dell’anno per raccogliere legno, rottame (anche metallico), ingombranti e inerti da piccoli lavori domestici. E’ la novità che sarà introdotta a partire dal sabato prossimo 26 maggio per far fronte alla emergenza piattaforma ecologica, chiusa ormai da oltre un anno. La piattaforma venne chiusa alla fine di aprile 2017 dopo che nel terreno sottostante l’area di via Tagliamento venne rilevata la  presenza di biogas pronto a esplodere.

Ecocentro provvisorio

L’ecocentro temporaneo con i quattro cassoni – secondo gli accordi che la Giunta Paoletti ha definito nelle scorse settimane con EcoNord, la società che gestisce la raccolta dei rifiuti in città – sarà posizionato fino alla fine dell’anno in via Olimpia all’interno di un’area comunale recintata e dotata di platea asfaltata e fognatura. Vi si potrà accedere ogni quindici giorni, il sabato (dalle 8 alle 12 e dalle 13.30 alle 17.30) esibendo un documento di identità all’operatore incaricato che sarà presente per controllare il materiale conferito. I cassoni saranno poi rimossi per essere svuotati ogni lunedì.  Per fare fronte alla chiusura della piattaforma ecologica, l’Amministrazione comunale aveva già predisposto nei mesi scorsi una serie di servizi supplementari e sostitutivi che restano attivi: dalle raccolte potenziate a domicilio fino al servizio ecomobile, un furgone attrezzato per la raccolta di oli minerali, oli esausti, batterie di auto, vernici, neon e toner, oltre a componenti elettronici ed elettrici. Un accordo di potenziamento, che era stato definito nell’emergenza della soppressione del servizio piattaforma, all’interno di un quadro economico che non ha comportato costi aggiuntivi per le casse comunali.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia