Chiude la Polstrada di Seregno, il viceministro: “Decisione di Salvini”

La risposta alla Lega che tuona: "Il comando avrebbe dovuto essere mantenuto e potenziato".

Chiude la Polstrada di Seregno, il viceministro: “Decisione di Salvini”
Seregnese, 17 Gennaio 2020 ore 18:13

Sulla definitiva chiusura della Polstrada di Seregno interviene il viceministro all’Interno, Matteo Mauri: “La decisione fu di Matteo Salvini“.

L’intervento del viceministro

Lunedì chiude definitivamente la Polizia stradale di Seregno dopo quarant’anni di attività, gli agenti si trasferiscono nella sezione di Monza Brianza presso la Questura del capoluogo brianzolo. Intanto si accende la polemica politica sulla responsabilità del provvedimento, con l’intervento del viceministro all’Interno, Matteo Mauri.

“Continue strumentalizzazioni”

“Dispiace dover tornare a sottolineare la verità dei fatti, ma di fronte alle continue strumentalizzazioni basate su informazioni false non è possibile fare diversamente – commenta il viceministro all’Interno del Partito Democratico – Il decreto ufficiale di chiusura della Polizia Stradale di Seregno è del 25 gennaio 2019. Il ministro dell’Interno in carica era Salvini. Il nuovo governo è arrivato molto dopo. E durante i mesi seguenti non è stata mai congelata la decisione ma è semplicemente trascorso il tempo necessario per le procedure tecniche legate al trasferimento”.

L’impegno del viceministro

“Quando sono stato nominato viceministro a settembre l’ho trovata già in uno stadio ormai molto avanzato – si legge in una nota – Nonostante questo sono stato da subito in contatto con il sindaco di Seregno per cercare una soluzione a una questione che non ha certamente determinato questo Governo, ma fatta sotto il precedente ministro dell’Interno. E non possibile non riconoscere al sindaco Alberto Rossi che abbia messo in campo ogni iniziativa possibile per trovare una soluzione. Da parte mia continuerò a lavorare, di concerto con il sindaco, per trovare soluzioni utili alla città e ai suoi cittadini” conclude Matteo Mauri. Una posizione analoga era stata espressa in giornata dal consigliere regionale Gigi Ponti e dal segretario provinciale Pietro Virtuani del Pd.

La dura censura della Lega

Soltanto ieri, giovedì, la dura censura della Lega sulla chiusura del distaccamento della Polizia stradale di Seregno. “Il comando avrebbe dovuto essere mantenuto e potenziato – sottolineano il consigliere regionale Alessandro Corbetta e il senatore Emanuele Pellegrini del Carroccio – Con l’ex ministro Matteo Salvini e l’ex sottosegretario Nicola Molteni avevamo bloccato il trasferimento della Polizia Stradale durante il governo gialloverde e stavamo lavorando per elevare il distaccamento a vero e proprio Commissariato di Polizia, che avrebbe garantito più sicurezza e servizi ai cittadini e alleggerito il lavoro della questura di Monza”.

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve