Referendum, i primi dati definitivi nel Caratese

Vince dappertutto il No

Referendum, i primi dati definitivi nel Caratese
05 Dicembre 2016 ore 01:17

Praticamente quasi tutte già concluse le operazioni di spoglio: nel Caratese vince dappertutto il No. A Giussano (16 sezioni su 22) lo schiaffo a Renzi e alla sua riforma della Costituzione sfiora addirittura il 60 per cento. Definitivo il dato a Veduggio dove governa il centrosinistra: la percentuale dei contrari alla modifica del testo costituzionale si è attestata al 55,56%, i favorevoli al 44.44%. A Renate (il sindaco è sostenuto da Pdl e Lega), il No vince ma di un soffio: 50.37% contro il 49.63 per cento che ha votato per il Sì. Dato definitivo anche a Macherio (6 su 6 sezioni): Sì al 42,25%, No al 57,75%; ad Albiate (56,05% per il No, 43,94 per il Sì); a Verano con il No che vince con il 57,05% (con 5618 votanti su 7280 elettori). Anche a Carate (il dato è però ancora parziale) trionfa al momento il No. La sorpresa al seggio 1 (scuola media di via Donizetti) dove vince il Sì anche se per una manciata di voti. A Biassono (8 sezioni su 10) il No è avanti con il 56,49%. A Triuggio (5 sezioni su 8) il Sì raccoglie il 47.83% contro il 52.17 del No. Ancora a Sovico (dato parziale) il No fa segnare un significativo 56.96% bocciando di fatto la modifica alla Costituzione. Anche a Besana è avanti il No (2 sezioni su 14) con una percentuale del 51.88%.

Sul Giornale di Carate in edicola martedì 6 dicembre tutti i dati comune per comune della Provincia di Monza e Brianza.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia