Politica
Giussano

Renzi e Calenda fanno breccia in città

Novità nello scenario politico: lunedì 28 novembre, nel salone Acli, una serata con Azione-Italia Viva.

Renzi e Calenda fanno breccia in città
Politica Caratese, 26 Novembre 2022 ore 18:00

Un nuovo gruppo politico si affaccia sulla scena amministrativa a Giussano: il terzo polo.

Renzi e Calenda fanno breccia in città

Giuseppe Motta, classe 1953, agente di commercio in pensione, residente a Birone è il referente pro tempore per il movimento Azione-Italia Viva a Giussano.
Motta impegnato nel volontariato sportivo, è stato consigliere comunale consigliere comunale dal 1990 al 1994 con il Partito Socialista, poi dal 1999 al 2004 con Giussano Democratica e poi nuovamente dal 2004 al 2009 Giussano, sempre in maggioranza per poi prendere la tessera con Italia Viva nell’agosto 2019.
«Sono stato il primo tesserato - sottolinea - e ora, con i coordinatori provinciali di Monza e Brianza, di Azione e Italia Viva, abbiamo organizzato per il del 28 una serata per incontrare i cittadini di Giussano per parlare di politica».

Duplice obiettivo

L'occasione dell'incontro ha un duplice obiettivo: «Intendiamo informare i cittadini circa il programma politico del movimento in funzione anche del risultato ottenuto alle elezioni politiche nazionale e in particolare a Giussano e iniziare un'opera di aggregazione di persone che intendano sostenerci in città. Le aspettative sono tante, in particolare per il risultato ottenuto a Giussano con circa il 9,5% ». Ed è su questa fetta di elettorato che il Terzo Polo intende lavorare anche in vista del futuro.

«Il risultato ottenuto sta ad indicare il desiderio di cittadini di incontrare un’ area politica moderata, riformista ed europea con la quale progettare e riformare il paese attraverso l'analisi delle problematiche esistenziali viste con l'occhio del buon senso sia per il presente che per il futuro - sottolinea Motta - I nostri leader hanno espresso la necessità di una collocazione politica che dal centro esamini le necessità e le proposte guardandole con l'occhio del buon senso e dell'interesse primario per la collettività, senza isterie o estremismi. Il governo Renzi, con Ministro Calenda ha mantenuto un equilibrio ricordandosi sempre che la politica è la mediazione degli interessi di tutti».

Le sfide

La sfida sarà dunque importante: «Il maggior atto politico che ci aspetta è la federazione dei due movimenti, Azione e Italia Viva, che dopo un risultato positivo in sede di elezioni politiche, sentono la necessità di dare corpo ad una aggregazione che al Parlamento Europeo esiste già con il nome di Re-new Europe. Ci sono poi le future elezioni amministrative, per le quali attenderemo la creazione della nuova Federazione, prima di esprimere idee e programmi, fatto salvo quanto già anticipato da Calenda e Renzi per la Regione Lombardia - spiega Motta - Sappiamo che non sarà facile, ma un movimento che in 2 mesi ha ottenuto un apprezzabile risultato, non può che fare un ulteriore sforzo per migliorare la sua proposta politica».

L’appuntamento sarà alle 20.30 presso il salone ACLI di piazza Lombardi 21.

(in foto Giuseppe Motta)

Seguici sui nostri canali
Necrologie