Salta il Governo Lega M5S: le reazioni dei politici brianzoli

Tra rabbia e incredulità i politici brianzoli hanno messo in rete i loro pensieri sulle ultime vicende politiche nazionali.

Salta il Governo Lega M5S: le reazioni dei politici brianzoli
Monza, 28 Maggio 2018 ore 13:27

La decisione del presidente della Repubblica Sergio Mattarella di dire no a Paolo Savona come possibile Ministro all’economia nel governo Lega M5S e la scelta dei leader dei due partiti di insistere invece su quel nome ha fatto “saltare il banco”. Le reazioni dei politici brianzoli.

Salta il Governo Lega M5S: i commenti

I politici brianzoli hanno interpretato le vicende politiche nazionali, con molte e diverse chiavi di lettura. Ve ne proponiamo alcune.

L’onorevole Andrea Crippa della Lega Nord, ad esempio, non ha usato mezzi termini e postando la foto di Mattarella ha tuonato:

Dello stesso tenore il commento del segretario della Lega Lombarda Paolo Grimoldi che in un lungo post su Facebook ha parlato di una “democrazia ferita a morte”:

“Bocciando Savona come Ministro dell’Economia proposto dal Presidente del Consiglio incaricato, oggi la democrazia italiana è stata ferita a morte. Siamo profondamente preoccupati e indignati per una decisione di inaudita gravità. La Lega era ed è pronta a governare con i propri ministri per liberare il Paese dalle catene che evidentemente Berlino e Bruxelles hanno messo alle caviglie del nostro Paese.

A questo punto – prosegue Grimoldi – chiederemo a tutti gli amministratori della Lega in Lombardia di rimuovere immediatamente dai loro uffici pubblici la foto di Mattarella, che non rappresenta più un garante imparziale dei cittadini”. Una richiesta subito messa in atto da diversi comuni LEGGI QUI L’ARTICOLO

Capitanio e la “Demofobia”

Segue a ruota anche il leghista Massimiliano Capitanio che racchiude tutta la sua amarezza in una sola parola:

Anche Luca Ghezzi, consigliere comunale della Lega a Desio. accusa Mattarella che secondo lui “avrebbe abusato dei suoi poteri”:

“Giorni bui” per i 5 Stelle

I commenti non si sono fatti attendere anche da parte dei pentastellati. Primo tra tutti il brianzolo Gianmarco Corbetta, senatore del Movimento 5 Stelle:

La parola alla Meloni

Lascia invece la parola a Giorgia Meloni, Paola Frassinetti che sui social ha condiviso il video della leader di Fratelli d’Italia e ha aggiunto:

E a Berlusconi

Il monzese Andrea Mandelli (FI), eletto alla Camera dei deputati, ha preferito non commentare ma ha condiviso sulla sua bacheca Facebook un post di Forza Italia, in cui è il leader Berlusconi ad affermare:

“Prendiamo atto con rispetto delle decisioni del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e osserviamo con preoccupazione l’evolversi della situazione politica. Come sottolineato dal Presidente Mattarella in un momento come questo il primo dovere di tutti difendere il risparmio degli italiani, salvaguardando le famiglie e le imprese del nostro Paese. Il movimento Cinquestelle che parla di impeachment e’ come sempre irresponsabile. Forza Italia attende le determinazioni del Capo dello Stato, ma ove necessario sara’ pronta al voto”. 

Puglisi: “Uno scontro istituzionale senza precedenti”

“La fine prematura del Governo Conte scatena uno scontro istituzionale senza precedenti nella storia repubblicana” è il commento del forzista arcorese Cristiano Puglisi. “Uno scontro figlio dello squilibrio di potere tra economia e politica, che bene hanno descritto intellettuali come Christopher Lasch e Alain Deneault. Ma il momento è grave e nel conflitto tra il palazzo e una retorica incendiaria in gioco c’è la democrazia”.

Il Pd ringrazia

Chiude la carrellata Marco Lamperti, consigliere del Pd a Monza, che ringrazia scatenando un’accesa discussione sul web:

 

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia