Sartini bocciato: Vimercate dice addio a Cem

Bocciato nell'assemblea dei sindaci di Cem l'ordine del giorno del primo cittadino di Vimercate Francesco Sartini che chiedeva di rinunciare alla fusione con Bea. Vimercate è quindi fuori da Cem, la società che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti.

Sartini bocciato: Vimercate dice addio a Cem
12 Ottobre 2016 ore 16:39

Era l’ultima spiaggia. Francesco Satrini, sindaco di Vimercate, aveva parlato di miracolo. E il miracolo non c’è stato. Come ampiamente preventivato, martedì sera l’assemblea dei sindaci dei 59 Comuni di Cem Ambiente (la società che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti) ha rispinto l’ordine del giorno con cui il primo cittadino pentastellato chiedeva, pena l’uscita da Cem, di rinunciare alla fusione con la società Bea e quindi anche all’acquisizione dell’inceneritore di Desio, di proprietà di Bea.

Sartini aveva detto: “Se l’ordine del giorno non passerà, Vimercate non potrà aderitre al nuovo bando (2017-2025) di Cem”. Di fatto quindi Vimercate è fuori dalla società dopo 40 anni.

Si preanuncia perciò molto infuocata la seduta di stasera, mercoledì, della Commissione territorio la cui convocazione è stata chiesta dalle opposizioni proprio per discutere della clamorosa scelta dell’Esecutivo pentastellato.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia