Seregno: dimissioni a raffica nella Lega Nord

Dopo il segretario della sezione e l'assessore all'Urbanistica, lasciano i consiglieri Cantù e Peruffo

Seregno: dimissioni a raffica nella Lega Nord
03 Giugno 2017 ore 10:13

A Seregno dimissioni a raffica nella Lega Nord: dopo il segretario della sezione e l’assessore all’Urbanistica, Barbara Milani, lasciano anche i consiglieri Alberto Peruffo e Alberto Cantù (nella foto). Il forfait nel volgere di appena quattro giorni, con un autentico terremoto nel Carroccio e uno scossone alla maggioranza. La mancata revisione del Pgt, senza la definizione dei criteri di riconversione delle aree dismesse,  fra le motivazioni delle dimissioni dell’assessore, politicamente legata all’ormai ex segretario come i consiglieri dimissionari.

 Seregno: dimissioni a raffica nella Lega Nord

Il sindaco, Edoardo Mazza, si è detto sorpreso della decisione dell’assessore e le ha risposto con una lettera, nella quale concorda sulla salvaguardia del verde e smentisce la mancata revisione del Pgt: “Obiettivi e risorse sono previsti, la competenza è dell’assessorato”. Per il momento non filtra alcuna indiscrezione sul nome della sostituta, dovrà essere una donna (per rispettare i criteri della parità di genere) e in quota Lega Nord (per gli accordi elettorali). Il primo cittadino, però, non ha escluso neppure la redistribuzione delle deleghe.

Adesso il valzer delle surroghe

In Consiglio i due dimissionari della Lega Nord dovranno essere surrogati dai primi dei non eletti, se accetteranno l’incarico in Assise. In lista Carolina Colombo con otto preferenze e Valeria Kullmann con una in meno: quest’ultima era già subentrata in Consiglio nel secondo mandato del sindaco Giacinto Mariani, dopo la raffica di dimissioni per il caso + Energy e il presunto intreccio fra politica e affari, che chiamava in causa proprio Mariani.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia